È iniziato il 12 aprile il Giro di Sicilia dove Trenitalia è Official Green Carrier. Il brand del Gruppo FS è ormai una presenza fissa del ciclismo italiano. Oltre alla manifestazione siciliana, ha infatti già affiancato in questa stagione delle grandi classiche come la Milano Torino, la Milano Sanremo e Strade Bianche. La chiusura sarà in bellezza, quando partirà il Giro d’Italia 2022 e il Giro-E e Trenitalia ricoprirà, anche in questo caso, il ruolo di Official Green Carrier. 

 Una tappa dell'edizione 2021 de Il Giro di Siclia

 Una tappa dell'edizione 2021 de Il Giro di Sicilia da Termini Imerese a Caronia

Tornando alla corsa siciliana, la prima tappa è stata la Milazzo Bagheria, la più lunga della gara con i suoi 199 chilometri, che è stata vinta da Matteo Malucelli. Il ciclista che corre con la maglia azzurra ha trionfato in volata battendo altri due atleti italiani: Matteo Moschetti e Filippo Fiorelli. Rispettivamente secondo e terzo classificato.

Adesso nei prossimi tre giorni le restanti tappe. Il 13 sarà la volta di Palma di Montechiaro Caltanisetta, questa tappa è di tutto altro sapore rispetto a quella di esordio essendoci veramente pochi tratti in pianura, un percorso che prediligerà quindi i ciclisti con il vizio di attaccare. Abbastanza impegnativa anche quella del 14 la Relmonte Piazza Armerina, 171 chilometri di sali e scendi che regaleranno una giusta dose di imprevedibilità al percorso. Si conclude il 15 aprile con il gran finale con la Ragalna Piano Provenzana, la tappa più corta, ma più dura. Qui i corridori saranno chiamati a fare uno sforzo notevole dovendo salire, per poi girarci introno, sull’Etna. Faticoso, ma anche decisamente suggestivo come tragitto. 

Giro di Sicilia ciclisti

Una tappa dell'edizione 2021 de Il Giro di Sicilia da Selinunte a Mondello

Malucelli, naturalmente, oltre ad aver trionfato nella tappa d’esordio è anche il leader della corsa. Per lui quasi nulle le speranze di poter concludere la classifica generale come primo, è un velocista. Il suo doveva farlo in questa giornata e l’ha fatto. Una gara dove partecipano 19 squadre da 7 corridori ciascuna per un totale di 133 iscritti. Tra i nomi di spicco c’è, certamente, quello di Vincenzo Nibali. Nato a Messina, il già vincitore del Giro d’Italia 2013 e Tour de France 2016 sente questa manifestazione in modo particolare essendo molto legato all’isola natìa. Non sta attraversando un ottimo periodo di forma dal punto sportivo, è vero. Ma è importante ricordare che Nibali è il campione in carica avendo vinto proprio la precedente edizione della corsa a tappe siciliana. Altri possibili favoriti sono l’altro siciliano Damiano Caruso e il veterano Domenico Pozzovio.