La Settimana Europea della Mobilità, in programma dal 16 al 22 settembre, compie 20 anni. Un compleanno particolare per l’iniziativa, messa in piedi dalla Commissione Europea nel 2002, che giunge in un periodo storico caratterizzato dalla speranza di uscire al più presto dalla crisi sanitaria, economica e sociale causata dal Covid-19.

Logo del ventesimo anno della Settimana Europea della Mobilità

 

Una piaga che ha rappresentato tuttavia anche un’occasione di cambiamento. Cittadini, governi e amministrazioni locali europee hanno reagito alla pandemia con risposte creative e resilienti, in particolare nell’ambito della mobilità, sempre più attiva e a basse o zero emissioni. Un trend iniziato lo scorso anno che merita sicuramente ulteriore promozione. Per questo motivo l’edizione 2021 della European Mobility Week è incentrata sui temi della sicurezza e della salubrità nelle scelte relative alla mobilità sostenibile. Per dirla con lo slogan scelto, Muoviti sostenibile…e in salute.

Mascotte della XX Settimana Europea della Mobilità

L’appuntamento internazionale, nato per invitare amministrazioni e associazioni a contrastare il cambiamento climatico, promuovere forme di trasporto sostenibili e rendere le città più vivibili, ha ottenuto un consenso di partecipazione sempre più alto. Lo scorso anno è stato il secondo per numero di adesioni, con circa 3mila città di 53 Paesi partecipanti. Nel momento in cui scriviamo sono 2617 le città di 50 Paesi che hanno già aderito. Un numero destinato ovviamente a crescere nei prossimi giorni.  Il coinvolgimento si attesta su livelli diversi. La maggior parte delle realtà aderenti propone iniziative nel corso della settimana. Alcuni iscritti aggiungono o prediligono misure permanenti che aiutino le persone a scegliere modalità di trasporto sostenibile, misure che non necessariamente devono essere costose, il loro scopo è mostrare l’impegno della città nel favorire la mobilità sostenibile. Altri aderenti ancora organizzano anche il Car-Free Day, in programma solitamente il 22 settembre, chiudendo una o più strade al traffico e aprendole invece a pedoni, ciclisti e trasporto pubblico. 

Ciclista scende dal treno con una bici

 

SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILTÀ: EVENTI IN ITALIA

In Italia sono 94 le località che hanno finora dichiarato la propria partecipazione. Tra gli eventi di maggior rilievo non può mancare il tradizionale premio di Legambiente, il Giretto d’Italia: i 29 Comuni aderenti, da Torino a Bolzano, da Lecce a Palermo, passando per Roma e Ravenna, si sfidano il 16 settembre (Reggio Emilia il 17, Jesi il 21) nel favorire i viaggi verso scuola o lavoro in bicicletta, monopattino, motorino elettrico, monowheel, e-bike, hoverboard o segway, passando per uno dei check-point predisposti. I dipendenti in smart working possono partecipare tramite check-point virtuale, rispondendo a un sondaggio online. Il Comune vincitore sarà quello che tra le 6 e le 10 del mattino avrà totalizzato il maggior numero di spostamenti green.

Un’iniziativa simile è quella promossa dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta: il 17 settembre si tiene l’ottava edizione del Bike to Work che punta a sensibilizzare lavoratori e aziende per raggiungere in bici il posto di lavoro. La FIAB propone comunque un ricco calendario di appuntamenti in aggiornamento, tra cui Ciclisti Illuminati, giovedì 16 a Ferrara, con i volontari locali che installano gratuitamente i catarifrangenti sulle due ruote per la visibilità notturna; l’incontro In bici coi bimbi: come fare, a Gela il 17; e le pedalate Bike to Work e Bike to School, rispettivamente il 16 e 17 settembre, nell’ambito del Cuneo Bike Festival.

In bici al Santuario degli Angeli di Cuneo in occasione del Cuneo Bike Festival

In bici al Santuario degli Angeli di Cuneo in occasione del Cuneo Bike Festival

Tanti gli eventi da non perdere anche a Roma, a partire dalla prima Urban Mobility Conference, in programma online il 16 settembre. Un momento di riflessione sulla pandemia che ha reso necessario un sistema unitario dei diversi modi di trasporto individuale, collettivo e condiviso. Tra i numerosi ospiti anche Alberto Fiorillo, responsabile Servizi Intermodali – Direzione Stazioni presso Rete Ferroviaria Italiana, con un intervento dal titolo Le stazioni ferroviarie come hub della multi-modalità sostenibile in Italia, basato sul nuovo concept di stazione che punta a creare trasporti e servizi in osmosi con i territori serviti dalle ferrovie, sviluppare nuovi stili di mobilità e migliorare l’accessibilità ai servizi e l’attrattività degli spazi pubblici.

 

Doppio appuntamento per domenica 19. Dalle 10:30 alle 21 il Parco della Cacciarella a Casal Bruciato ospita Una bicicletta per la città, una giornata dedicata all’uso della due ruote in ambito urbano ed extraurbano. Le associazioni organizzatrici, Bike4city, Salvaicilclisti Roma, Fiab Ruota Libera, Ciclofficina Popolare Macchia Rossa, Associazione Ciclonauti e Ciclofficina Popolare InControPedale, propongono spazi espositivi, giochi per bambini, momenti di gastronomia gourmet, musica, curiosità e la Grande Asta delle Bici Recuperate. Alle 17 a piazza di Spagna va in scena la Fancy Women Bike Ride, in cui le donne si uniscono per chiedere visibilità, divertirsi e ispirare la scelta verso un mezzo green come la bici. Interessante poi il Test di guida sicura con i monopattini elettrici promosso dagli istruttori di ACI Vallelunga il 22 settembre, dalle 10 alle 18 presso via Vito Volterra.

Stazione di Roma Tiburtina

Stazione di Roma Tiburtina

Nel ricco menù di Milano è particolare la conferenza musicale Cambiamento climatico...a pedali, dalle 16:30 alle 18 presso la Cascina Nascosta nel Parco Sempione. Organizzata da Ride With Us/Aequilibria S.r.l. - SB in collaborazione con AMAT, Angeli dei navigli e Musica nell'aria, è un incontro accompagnato da melodie movimentate per raccontare in modo comprensibile, diretto e scientificamente solido lo stato del clima del pianeta, gli scenari futuri i possibili e il ruolo che la popolazione intera è chiamata a giocare per mettersi in linea con il Green Deal Europeo. L’evento è parte di un più ampio tour in bicicletta che parte da Venezia e raggiunge la città del Duomo in quattro giorni.

In Campania l’imperdibile Napoli Bike Festival propone una giornata ricca di attività per il 19 settembre: si parte alle 9 con Pedalo Per, una pedalata dalla Bicycle House presso la Galleria Principe di Napoli alla Mostra d’Oltremare dove si apre il villaggio della decima edizione, intitolata Il tuo strumento per cambiare aria. Qui sono in programma laboratori di ciclofficina, riciclo-bike o sulla fisica della bicicletta, un workshop sulla corretta postura in sella, spettacoli teatrali anche per bambini, gare di lentezza, bici frullatore, ludobike e mostre come Canzoni e bici.

 

Palermo propone escursioni in bicicletta alla scoperta della città, il contest fotografico Palermo pedonale e numerosi momenti di confronto sulla mobilità locale. Tra questi si segnalano Il futuro della micromobilità, il 17 settembre presso l’ex Chiesa di San Mattia Crociferi, Il tram a Palermo: tempi costi, opportunità. Domande e risposte, lunedì 20 al Cinema De Seta con la presenza del sindaco Leoluca Orlando, Quale futuro per la mobilità elettrica, il 21 settembre presso l’ex sala matrimoni di Villa Trabia, e nella stessa sede, il giorno seguente, Il passante metropolitano e l’anello ferroviario. Il ruolo della ferrovia nella mobilità metropolitana di Palermo, con gli interventi del Responsabile della Direzione Investimenti Palermo di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Infantino, e il Project Manager di Italferr, la società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, Francesco Zambonelli.

Ricco anche il cartellone di Aosta, dove sono in programma escursioni guidate alla scoperta di vie, ru e sentieri cittadini, proiezioni di film e interessanti conferenze presso il Teatro della Cittadella dei Giovani, tutte alle ore 18. Da non perdere quelle con cui l'Amministrazione comunale presenta il progetto Aosta in bicicletta, cioè la realizzazione dei 15 km della rete di piste ciclabili e ciclopedonali (giovedì 16) e il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) che sarà elaborato nei prossimi mesi (martedì 21), oltre a quella intitolata Mobilità sostenibile, a cura di Andrea Poggio, responsabile Mobilità sostenibile e stili di vita presso la segreteria nazionale di Legambiente, il 17 settembre.

Sabato 18 un appuntamento da segnare sicuramente in agenda: alle 8, in piazza Manzetti, davanti alla stazione ferroviaria ci si raduna in occasione della Gita per la promozione del cicloturismo, un viaggio in treno da Aosta a Ivrea alla scoperta del Canavese, tra laghi e castelli. L'importanza del treno come mezzo green e sostenibile è riconosciuta anche in un accordo tra Comune e Trenitalia: nelle giornate della Settimana Europea della Mobilità i passeggeri residenti in Valle d'Aosta che acquistano il biglietto treno + bici sulla tratta Aosta - Torino possono chiedere il rimborso del biglietto presso gli uffici dell’Assessorato Trasporti – c/o autoporto POLLEIN (per maggiori informazioni è attivo il numero telefonico 0165 273111).

Articoli correlati