Simone Lemmo, voce di Radio Amore, pubblica il suo primo romanzo Quella dannata felicità, nato dall’esigenza di raccontare un periodo della vita che ognuno di noi, in tempi e modalità diverse, ha dovuto affrontare. Sono momenti nei quali si prendono decisioni, spesso affrettate, che nel nostro cammino chiamiamo esperienze, e guai a esserne esenti, perché grazie a esse viene avviato un processo fondamentale che tutti noi conosciamo come crescita.

Un libro che porta lettrici e lettori a continue riflessioni. Sarah Donzuso, giornalista e scrittrice, lo spiega nella sua prefazione: «Riusciamo davvero a cogliere i piccoli e i grandi attimi che la vita ci pone davanti e a goderne? Questo è uno di quei dubbi esistenziali che ha sempre accompagnato l’essere umano, troppo abituato a farsi trasportare dagli eventi senza, a volte, viverli».

ASCOLTA L'INTERVISTA A SIMONE LEMMO

La crescita, la consapevolezza di sé stessi e la capacità di adattarsi ai cambiamenti sono prove che l’essere umano affronta quotidianamente. L’autore riesce nelle sue pagine a far emergere nitidamente quegli istanti nei quali ci facciamo avvolgere dai dubbi e che ci spingono spesso e volentieri a frenare le nostre emozioni. Un concetto chiave del racconto che la giornalista Katia Scapellato esplora nella sua postfazione: «Un libro intenso che racconta quanto sia difficile crescere, facendo i conti con quello che vorremmo diventare, senza scontentare nessuno. Fino, poi, a scoprire che chi ci vuol bene desidera per noi Quella dannata felicità che abbiamo affidato alle stelle d’agosto».

Simone Lemmo, scrittore per esigenza e speaker radiofonico per vocazione, fa il suo esordio nel mondo del romanzo con un testo pieno di spunti interiori e di emozionanti realtà.

Articoli correlati