«Le smart road ci portano in un futuro dove metterci alla guida sarà un’esperienza più sicura e meno stressante». Se a dirlo è un campione di Formula 1 che conosce benissimo i pericoli dell’automobilismo, c’è da fidarsi. Giancarlo Fisichella è stato il protagonista di un filmato, andato in onda su DMAX e Motor Trend e disponibile in streaming su Discovery+, dedicato alla sperimentazione delle Smart Road che Anas (Gruppo FS Italiane) ha avviato, in anticipo rispetto al resto d’Europa, lungo la statale 51 di Alemagna, che porta alla città di Cortina d’Ampezzo, sede insieme a Milano delle Olimpiadi invernali del 2026. 

La statale 51 di Alemagna è solo uno dei percorsi su cui Anas ha dato il via alla prima fase del progetto Smart Road, basato su un’avanzata piattaforma digitale che si articola sulla rete stradale come un sistema nervoso. Un insieme di dispositivi di monitoraggio forniscono informazioni agli utenti in guida attraverso la tecnica dello smartphone sensing, dando aggiornamenti in real time relativi ad esempio al traffico, al meteo, a incidenti e ostacoli, ma anche sulle condizioni di ponti, viadotti e gallerie, utili al gestore della strada. L’investimento complessivo per la realizzazione del programma è di 1 miliardo di euro, con la previsione di avere circa 3mila km di strade intelligenti.

Giancarlo Fisichella con i tecnici Anas per la prova di guida sulla smart road verso Cortina

Articoli correlati