«Troppe volte per pigrizia, per ignoranza, per inadeguatezza ci siamo girati dall'altra parte, anche se con dispiacere, ma oggi non abbiamo più scuse. Chi abbandona un cane, una creatura che chiede solo di essere amata, è un mostro e non può essere definito un essere umano, perché di umano non ha nulla». Samantha De Grenet è una donna decisa da sempre, soprattutto quando si trova ad affrontare temi che le stanno particolarmente a cuore.

È anche per questa sua determinazione che è stata scelta dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane come ambassador della campagna #faisentirelatuavoce, volta a sensibilizzare quante più persone possibile su quella che continua a essere una piaga, l’abbandono dei cani: sono oltre 118.000 gli animali lasciati per strada ogni anno in Italia. «Come confermano i dati del Ministero della Salute – fanno sapere dalla LNDC – nel 2020 gli ingressi su scala nazionale nei canili sanitari sono stati 76.192, questo corrisponde quindi al numero di cani vaganti catturati sul territorio, mentre quelli accolti nei rifugi sono stati 42.665. D’altra parte, rincuora il numero di cani adottati nello stesso anno, 42.360. Purtroppo, questi numeri non rappresentano il fenomeno nella sua interezza, perché andrebbero aggiunti tutti quegli animali che nelle strutture sanitarie non ci sono mai arrivati essendo morti sulla strada dopo essere stati lasciati».

L’invito è dunque a far sentire la propria voce segnalando tempestivamente il reato alle Forze dell’Ordine e a LNDC, scrivendo all’indirizzo mail avvocato@legadelcane.it. Fondamentale che ogni segnalazione contenga precise informazioni, pena la non validità della denuncia: una breve spiegazione dell’accaduto; una dichiarazione se al fatto si ha assistito personalmente o in modo indiretto; la località, città, o indirizzo se possibile dell’accaduto; il possesso di un video che abbia ripreso il reato o, se non disponibile, di foto che lo possano documentare, dal momento che senza questo materiale comprovante non è possibile procedere alla denuncia. Infine, la disponibilità eventuale a testimoniare in un procedimento penale. Attività necessarie se si ha a cuore la vita degli amici a quattro zampe, come nel caso di Samantha De Grenet.

L'attrice Samantha De Grenet

Ti è mai capitato di assistere di persona a un abbandono?

Fortunatamente no, perché altrimenti non so come avrei potuto reagire. In certe situazioni potrei perdere il controllo, vedo nero, però fin da piccolina ne ho salvati tanti. Con mia sorella e mio fratello li ripulivamo, li portavamo dal veterinario e con un bel fiocco cercavamo loro una casa, una famiglia.

 

Gli animali sono sempre più presenti nelle famiglie italiane e sempre più numerose le strutture dog-friendly. Ma cosa consigli a chi decide di andare in vacanza rinunciando alla compagnia degli amici a quattro zampe?

Partiamo dal concetto base che un animale non è un pupazzo di pezza che si può mettere da parte o buttare quando ci si è stancati! Quando si decide di fare entrare in famiglia un “pelosotto” bisogna sapere molto bene che ci si prende un impegno. L'amico a quattro zampe avrà bisogno di amore, cure e attenzioni e in cambio lui donerà un amore incondizionato. Detto questo, le vacanze sono sacre per chiunque, ma se non si può partire con i nostri animali bisogna assolutamente preoccuparsi di lasciarli in buone mani.

 

Come ti sei avvicinata alle attività della LNDC?

In realtà poco tempo fa mettendo in ordine delle carte ho trovato una mia tessera di socio che risale a quando avevo poco più di 20 anni, ma ufficialmente con il presidente Piera Rosati ho cominciato a collaborare qualche anno fa posando con il mio cucciolone per una campagna contro l'abbandono e poi quest’anno con grande onore e gioia sono diventata ambassador e testimonial della campagna #faisentirelatuavoce a favore dei nostri amici animali.

Samantha De Grenet testimonial della Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Che rapporto hai con il tuo golden retriever? Ricordi quando lo hai visto per la prima volta?

Il mio figlio peloso si chiama B-dog ed è entrato in famiglia ormai quasi nove anni fa. Lui è la mia ombra, non mi molla mai. È dolcissimo e veramente buono con tutti, umani e non. Solo quando è al guinzaglio fa il bulletto con gli altri maschi. Quando l'ho visto per la prima volta era da mangiarlo di baci, era una pallotta di pelo bianco con un naso e due occhioni neri, me ne sono innamorata subito! Però ci tengo a precisare che B-dog non è stato comprato, mi è stato regalato da un’amica ed è stato preso perché mio figlio da piccolo aveva paura dei cani. Per un’animalista come me era una situazione impensabile: un bambino che ha la possibilità di crescere con un animale credo abbia una marcia in più.

 

I cani sono ospiti sempre graditi anche a bordo dei treni di Trenitalia che ha dedicato loro una particolare promozione. Ti capita mai di viaggiare in treno in loro compagnia?

L' emozione di un viaggio in treno con B-dog non l'ho mai provata, ma mi riprometto di farlo al più presto.

 

In generale, che rapporto hai con i viaggi in treno?

Li adoro: mi rilasso, leggo, guardo un film e ho tempo da dedicare a tutte le persone che mi scrivono sui social.

 

Che programmi hai per il futuro? Ti rivedremo in tv?

Qualcuno diceva: del doman non v'è certezza. Scherzi a parte, nel mio lavoro tutto può accadere da un momento all' altro quindi vedremo!

Articoli correlati