Dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, una piacevole passeggiata ci porta a piazza Ognissanti, un gioiello rinascimentale affacciato sull’Arno. In questo bellissimo angolo di Firenze, intimo e raccolto si trovano due gioielli dell’ospitalità, due alberghi che si guardano, da un lato il St. Regis e dall’altro il Westin Excelsior. Due icone della grande ospitalità italiana.

Lughi dove ogni dettaglio è curato, dove gli ospiti trovano tutto ciò che può soddisfare le loro esigenze, dove sentirsi coccolati in ogni momento della giornata. Momenti unici sono quelli gastronomici, entrambe le strutture vantano una cucina di ottimo livello. Al St. Regis, il ristorante Winter Garden propone le creazioni culinarie dell'Executive Chef Gentian Shehi, in collaborazione con la Chef pluristellata Valeria Piccini, suo il ristorante Caino a Montemerano (Gr). 

Le idee creative della Piccini e la capacità esecutiva e di cucina di Shehi rappresentano un perfetto connubio professionale per unire la tradizione culinaria toscana alla creatività e all’eleganza. La sala del Winter Garden è uno spettacolo a parte, lampadari, velluti e stucchi, creano una sorta di mondo a parte che riporta chi si siede ad un’atmosfera “Belle Epoque”. Al Westin Excelsior, invece , l’unicum del ristorante “SeSto” è quello di essere posto all’ultimo piano con una vista a 360 gradi sulle cupole di Firenze, un vero spettacolo. 

Le sensazione che si possono vivere nelle due strutture sono davvero molte. A partire da un “evening ritual”, speciale aperitivo dove è il sommelier a stappare la bottiglia di bollicine direttamente con la sciabola, oppure organizzare una romantica cena per due sulla terrazza più bella di Firenze.

"La qualità del nostro servizio di lusso, è fatta dalle persone, il nostro calpitale umano - afferma Domenico Colella, general manager di entrambe le strutture - piccole e grandi attenzioni per anticipare i desideri degli ospiti e far vivere loro vere emozioni".

Stanze dove si respira la storia, all’Excelsior soggiornò Caterina Bonaparte, e dalle cui finestre osservare l’eleganza della piazza e dei suoi palazzi. Materassi che rendono un sacrificio lasciare il letto, ma ne vale la pena per godere della prima colazione sulla terrazza del Westin Excelsior o nel salone delle feste del St. Regis Florence.

A volte qualche piccolo lusso, trasforma davvero un viaggio in un’esperienza indimenticabile e a Firenze, tutto è possibile.

Articoli correlati