• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Sicilia: Gruppo FS impegnato in esercitazioni di Protezione Civile a Messina e nel nisseno

Martedì 17 e domenica 15 aprile, testate le procedure per gli interventi di emergenza

Palermo, 17 aprile 2018

Si sono svolte in Sicilia, tra domenica 15 e martedì 17 aprile, esercitazioni di Protezione Civile che hanno interessato personale, mezzi e strutture del Gruppo FS Italiane. 

Martedì 17, nella stazione di Messina, è stato allestito sul binario 1 un convoglio adibito ad  area provvisoria di emergenza-attesa, destinato ad accogliere parte della popolazione colpita da un sisma di forte intensità (magnitudo 6.3 scala Richter). L’esercitazione rientra nel programma “VII Edizione Settimana Sicurezza MESSINA RISK SIS.MA. 2018” che, sotto il coordinamento del Comune di Messina, con la partecipazione del  Dipartimento Regionale di Protezione Civile e della Prefettura di Messina, si svolge in territorio messinese dal 16 al 21 Aprile.

Domenica 15 sono state simulate le operazioni di soccorso a un treno viaggiatori deragliato nella galleria Marianopoli, tra Mimiani San Cataldo e Marianopoli, sulla linea Caltanissetta Xirbi – Roccapalumba, con uno scenario che prevedeva anche la presenza di feriti tra i passeggeri. All’esercitazione, coordinata dalla Prefettura di Caltanissetta, hanno partecipato i soggetti previsti dal Piano di Emergenza: Vigili del Fuoco, personale sanitario del 118, Protezione Civile, Forze dell’ordine. L’attività è stata gestita dalla Sala Operativa della Prefettura attraverso il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) presenziato dai referenti di ciascuna struttura coinvolta.

Le esercitazioni hanno avuto come scopo principale la verifica dell’efficacia delle procedure e dei tempi di risposta delle strutture del territorio dal momento dell’allarme. Inoltre, è stato possibile collaudare “sul campo” il sistema di intervento tecnico e di assistenza previsto dalla Convenzione stipulata tra il Gruppo FS Italiane e la Protezione Civile Regionale. 

Le operazioni si sono svolte secondo le modalità programmate e senza creare intralcio alla circolazione dei treni.