Torino Porta Nuova si rifà il look: col nuovo anno partono i lavori per il restauro della facciata

Al via il progetto di restyling: un telo architettonico coprirà la facciata. Proseguono senza interruzioni gli interventi per il nuovo parcheggio da 250 posti

Torino, 5 dicembre 2014

La facciata di Torino Porta Nuova si rifà il look e si prepara per importanti interventi. Nuovi e moderni teli architettonici rivestiranno, già dai prossimi giorni, la facciata della stazione e serviranno a ricoprire i ponteggi su Corso Vittorio Emanuele II, Via Nizza e Via Sacchi, fino a quando gli interventi di restauro non saranno ultimati.

Si tratta di un progetto da 5 milioni di euro per il recupero dei prospetti storici che Grandi Stazioni intende realizzare entro il 2016, annunciato oggi dall’Amministratore Delegato di Grandi Stazioni Paolo Gallo e dal Sindaco di Torino, Piero Fassino.

I teli architettonici - oltre 3.000 mq che riproducono fedelmente i prospetti di Porta Nuova - avranno anche lo scopo di abbellire la stazione in occasione di due importanti eventi che coinvolgeranno la città di Torino nel 2015: l’Ostensione eccezionale della Sacra Sindone e l’Expo a Milano, manifestazioni che porteranno numerosi visitatori e turisti nel capoluogo piemontese. I teli inoltre ospiteranno la nuova campagna di comunicazione della shopping gallery di stazione che verrà lanciata proprio a Torino Porta Nuova.

I lavori in stazione, dopo alcune difficoltà insorte con le ditte appaltatrici, sono ripresi e il parcheggio sotterraneo sarà ultimato entro il 2015 così da poter essere a disposizione della città già dai primi mesi del 2016: un investimento di 11 milioni di euro che ha permesso la realizzazione di un progetto fondamentale per i quasi duecento mila cittadini, viaggiatori e turisti che ogni giorno transitano per Torino Porta Nuova

Il parcheggio, interrato e su 4 livelli, realizzato tra il tracciato della tramvia e l’ala laterale della stazione, ospiterà più di 250 posti auto su una superficie complessiva di oltre 11 mila mq.

Nel progetto di Grandi Stazioni, l’ingresso nel parking avverrà attraverso due rampe circolari a senso unico: una con accesso da via Sacchi; l’altra dall’incrocio tra Corso Vittorio Emanuele II e via Sacchi; scale e ascensori completano l’accessibilità della struttura.

All’esterno, è stata mantenuta la continuità del marciapiede pedonale lungo la banchina di fermata del tram, molto utilizzata dai cittadini, mentre una nuova grande piazza pedonale – con due aree destinate all’arrivo e partenza taxi – diventerà un luogo d’incontro privilegiato. 5 mila metri quadri di interventi di cui oltre 3 mila dedicate a aree verdi e spazi pubblici: un nuovo sistema di alberature in filari, aiuole, vasche per accogliere gli ippocastani e i platani esistenti e per la ripiantumazione di nuovi trasformeranno lo spazio in un splendido giardino cittadino.