Aggiornamento 21 maggio 2020

 

Trenitalia implementa i servizi di assistenza sui treni Frecciarossa e Frecciargento. Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori - anche a seguito della chiusura dei punti di ristoro dovuta alle misure di sicurezza sanitaria vigenti - è in distribuzione, poco dopo la partenza del treno, una lattina d’acqua su tutti i livelli di servizio. Prevista, inoltre, la distribuzione di soft drink con bevande di vario genere e snack, dolci e salati, nel livello Executive dei Frecciarossa. I nuovi servizi di caring a bordo treno si aggiungono alla consegna a tutti i passeggeri dei Frecciarossa e Frecciargento del safety kit gratuito a tutela della salute.

Aggiornamento 18 maggio 2020

 

Un safety kit gratuito composto da mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso. È quanto offerto a partire dal 18 maggio a tutti i passeggeri di Frecciarossa e Frecciargento, a prescindere dal livello di servizio in cui viaggiano. Si tratta di un’ulteriore misura di profilassi per la tutela della salute a bordo dei treni dove l’uso della mascherina, alla stregua di tutti gli ambienti chiusi, resta obbligatorio. 

Permangono, sulle Frecce, sugli Intercity, come sulle corse regionali di Trenitalia, tutte le misure adottate per assicurare i più elevati standard di sicurezza, da quelle finalizzate al distanziamento interpersonale a quelle per l’igiene individuale, con i dispenser di gel disinfettanti, per arrivare ai costanti interventi di pulizia e igienizzazione, condotti anche dagli operatori presenti bordo.

Sempre sui Frecciarossa e Frecciargento i passeggeri potranno anche visualizzare le informazioni sulle attività di pulizia e sanificazione inquadrando con lo smartphone il QR code posizionato sui tavolini. I sistemi digitali saranno presto di supporto anche su altri fronti sui quali il Gruppo FS Italiane sta lavorando con FSTECHNOLOGY. Serviranno per consentire ai passeggeri di effettuare il self check-in, senza bisogno del controllo da parte del personale di bordo, e per informare i viaggiatori dei treni regionali sulla frequentazione di ciascuna corsa e, quindi, dei posti effettivamente disponibili, così da disciplinare gli accessi e la scelta del treno da utilizzare.

Dal 18 maggio le Frecce sono più che raddoppiate, passando da 18 a 38, e gli Intercity più che triplicati, da 6 a 20. In attesa del via libera allo spostamento tra Regioni che consentirà un’ulteriore adeguata crescita dell’offerta in coerenza con la domanda attesa.

Articoli correlati