L'integrazione ferroviaria e il nuovo mercato unico europeo al centro del confronto

 

Mercoledì 19 febbraio l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti ha incontrato a Bruxelles il presidente, David Sassoli, la commissione trasporti e i deputati del Parlamento Europeo, e il Commissario all’Economia Paolo Gentiloni. Gli incontri e il confronto sono ruotati intorno al futuro mercato unico ferroviario europeo, da realizzarsi su una rete sempre più sicura e interoperabile, grazie anche all’adozione dell’ERTMS (European Rail Traffic Management System), sistema già utilizzato sulle linee AV italiane e intorno al quale potrebbe nascere un centro tecnologico di eccellenza europeo proprio nel nostro Paese.

 

Sul tavolo anche le attività propedeutiche all’ingresso di FS Italiane nell’Alta Velocità francese e spagnola, le nuove iniziative per l’esercizio della futura rete AV inglese, gli investimenti per potenziare le infrastrutture nel sud Italia, una maggiore integrazione dell’Italia con la rete europea, lo sviluppo di nuovi sistemi di alimentazione energetica complementari a quelli elettrici, in particolare con l’uso dell’idrogeno e delle batterie. Obiettivi quest’ultimi sui quali le società del Gruppo FS lavorano già anche in collaborazione con altre compagnie europee con l’obiettivo di rendere sempre più sostenibile e rispettoso dell’ambiente il trasporto ferroviario.