Napoli Afragola AV, post de "Il Fatto Quotidiano": la precisazione di RFI

Lettera di precisazione ai due post di Arnaldo Capezzuto pubblicati su ilfattoquotidiano.it

Riportiamo di seguito la lettera di precisazione di RFI inviata alla redazione de ilfattoquotidiano.it in merito ai due post di Arnaldo Capezzuto in cui viene citata la stazione di Napoli Afragola AV:


Roma, 4 aprile 2017

Gentile redazione, alcuni post sul blog di Arnaldo Capezzuto, che citano la stazione Napoli Afragola AV, meritano qualche precisazione.

Tutte le aree utilizzate per la costruzione della nuova stazione sono di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Quelle indicate nell’articolo, via Cimitero Vecchio e contrada Lellero, non sono mai state utilizzate come deposito di “camion, ruspe, escavatori e bob cat”, come afferma il blogger, né dall’Associazione Temporanea di Imprese (ATI) Astaldi-NBI, che esegue gli interventi di costruzione, né da subbalpatatori.

Le aree di cantiere furono acquistate alla fine degli anni ‘90 dal General Contractor Iricav1, per conto della società TAV, successivamente confluita in RFI. A marzo 2015, le aree sono state consegnate all’ATI Astaldi-NBI, che ha confermato di non aver acquisito, né affittato in proprio, altri terreni per attività di cantiere.