Lettera di precisazione a sito web notavterzovalico.info

Roma, 3 novembre 2016


Gentile Redazione,

in relazione a quanto da voi pubblicato sul sito web notavterzovalico.info lunedì 31 ottobre 2016, precisiamo che non corrisponde al vero la notizia che sia stata favorita l’aggiudicazione della gara ad una ditta prescelta per un bando pubblicato da Rete Ferroviaria Italiana (RFI).

Il motivo è ben preciso: la gara non c’è mai stata. Il bando, peraltro, era relativo a lavori di manutenzione ordinaria dell’infrastruttura ferroviaria. Pubblicato nel maggio 2014, è stato annullato nel luglio dello stesso anno.

Maurizio Gentile, Amministratore delegato e Direttore generale di RFI, nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Firenze non risulta coinvolto per fatti legati ai lavori per le linee alta velocità né al sistema delle Grandi opere. L’improprio accostamento può derivare dal fatto che le indagini hanno interessato anche un soggetto fornitore di RFI per servizi di manutenzione.

Dalle informazioni in possesso non risulta che allo stato attuale la Procura della Repubblica di Firenze, nei confronti della quale riponiamo la più ampia fiducia, abbia proceduto a separare i diversi e ulteriori filoni di indagine che hanno per oggetto la direzione di lavori nelle Grandi opere e che coinvolgono soggetti esterni al Gruppo FS. Pertanto appare improprio qualsivoglia accostamento dell'ingegnere Gentile al procedimento Grandi opere o a favori resi con supposte aggiudicazioni mai avvenute.

Precisiamo, infine, che RFI ha già fornito e continuerà a garantire piena collaborazione all'Autorità Giudiziaria nel più leale rapporto istituzionale, come ampiamente comunicato il 18 marzo 2015.


Cordiali saluti.

Stefano Biserni
Relazioni con i media
Rete Ferroviaria Italiana