Lettera Precisazione FS Articolo Daniele Martini


Egregio direttore, Egregio dottor Martini,

abbiamo letto approfonditamente il pezzo pubblicato il 4 marzo 2107, (pag. 12) su Il Fatto Quotidiano. Riteniamo meriti alcune puntualizzazioni.

In merito alla terzietà di Italcertiferr, vi invitiamo ad approfondire il fatto che per avere i riconoscimenti del MIT, dell’ANSF e di ACCREDIA la Società deve essere e permanere come indipendente e imparziale.

Vogliate cortesemente rifarvi all’art. 4.3 della Linea guida dell’ANSF relativo ai “Requisiti di Indipendenza, Imparzialità ed integrità”, dove si stabilisce che il valutatore non può nei due anni precedenti né nei due successivi svolgere attività di progettazione, realizzazione, commercializzazione, esercizio e manutenzione sui prodotti oggetto di valutazione. Altro requisito, ovviamente, è che il valutatore deve essere un esperto di materia ferroviaria.

Carmine Zappacosta risponde a entrambe le caratteristiche richieste ed è stato nominato a fronte di un curriculum che lo rappresenta meglio di qualunque appartenenza politica: in organico in Italcertifer dal 2012, non ha mai lavorato in Aziende clienti di Italcertifer per i due anni precedenti alla nomina, ha conseguito il dottorato in Energetica, Elettrica e Termica alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa, dopo essersi laureato in Ingegneria Elettrica nel 2004.

La nomina ad AD di Italcertifer, tra l’altro, fa seguito alle indicazioni del MIT, e poi dell’ANSF, di risolvere il doppio incarico dell’ingegner Carlo Carganico.

Altrettanto per quanto riguarda il curriculum dell’ingegner Giuseppe Sciumè. Anche Sciumè, dopo la Laurea nel 2000, ha conseguito il Dottorato all’Università di Cosenza, dove ha lavorato come ricercatore per 4 anni. Ha ricoperto poi crescenti responsabilità nel mercato dei trasporti. Il fratello Antonio, geologo, Quadro aziendale e non Dirigente, è in forza a Rete Ferroviaria Italiana.

Carmelo Rogolino, infine, è stato assunto in FS nel 1984 e questo sembra dato sufficiente.

Siamo certi che vorrete dare spazio a questa nostra nota, per evitare che si possa un giorno pensare che nascere nel Meridione d’Italia o fare attività politica possa diventare precondizione negativa per lavorare, a qualunque livello.

Grazie

Stefano Biserni

Responsabile Relazioni con i Media Gruppo FS Italiane