Villanova d'Arda: una convenzione per eliminare tre passaggi a livello

Sottoscritta da Rete Ferroviaria Italiana, Provincia di Piacenza e Comune di Villanova

Villanova d'Arda, 12 novembre 2019

Eliminazione di tre passaggi a livello nel comune di Villanova d’Arda (PC), linea ferroviaria Fidenza – Cremona: due situati sulla viabilità comunale e uno sulla Strada Provinciale 588R dei Due Ponti. I passaggi a livello saranno sostituiti da un sovrappasso, un sottopasso e nuova viabilità.

È quanto stabilito nella convenzione sottoscritta ieri a Villanova d’Arda da Rete Ferroviaria Italiana, società Gruppo FS Italiane, Provincia di Piacenza e Comune di Villanova, nell’ambito di un incontro sulla viabilità della bassa piacentina.

Firmatari dell’accordo il sindaco di Villanova Romano Freddi, la presidente della Provincia di Piacenza Patrizia Barbieri e il responsabile Programmi Soppressione P.L. e Risanamento Acustico di RFI Marco Marchese.

Presente all’incontro Raffaele Donini, vicepresidente e assessore regionale ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna, finanziatrice insieme a RFI dell’opera.

I passaggi a livello saranno sostituiti da un cavalcaferrovia carrabile a doppia corsia in variante all’attuale tracciato della SP 588R dei Due Ponti, strada di interesse regionale e parte dell’itinerario della Cispadana in territorio piacentino, da un sottopasso ciclopedonale, per garantire la continuità dei percorsi esistenti in adiacenza alla viabilità provinciale e da una variante alla strada comunale denominata Via Picasso Ratto con adeguamento della relativa viabilità di adduzione.

Il cavalcaferrovia - lungo 750 metri e largo 9,5 – sarà collegato alla viabilità esistente con due intersezioni a rotatoria. Il sottopasso avrà uno sviluppo di circa 80 metri e ospiterà una pista ciclopedonale di 2,5 metri di larghezza. Circa un chilometro e 700 metri invece l’estensione complessiva della viabilità di ricucitura.

Già completato a cura della Provincia il progetto di fattibilità tecnico economica delle opere il cui costo complessivo - 6,7 milioni di euro – sarà sostenuto da Regione Emilia –Romagna (3 milioni) e RFI (3,7 milioni). Quest’ultima provvederà anche alle progettazioni definitiva ed esecutiva delle opere e alla loro realizzazione.

L'avvio dell'attività negoziale è previsto entro il 2020, successivamente si procederà con i lavori.