Umbria: al via il percorso di trasferimento della gestione della rete ferroviaria a RFI

Accordo firmato da Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, Maurizio Gentile, AD e DG di RFI, e Pasquale Pasquini, Coordinatore Responsabile di Umbria TPL e Mobilità

Perugia, 15 dicembre 2017

Avviato il percorso di trasferimento della gestione della rete regionale umbra gestita da Umbria TPL e Mobilità a Rete Ferroviaria Italiana, Gestore dell’infrastruttura nazionale.

È quanto prevede l’accordo firmato oggi a Perugia da Catiuscia Marini, Presidente della Regione UmbriaMaurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RFI, e Pasquale Pasquini, Coordinatore Responsabile di Umbria TPL e Mobilità. Presente l’Assessore regionale ai Trasporti Giuseppe Chianella.

Prima della firma, è stato effettuato un sopralluogo ai cantieri RFI di Umbertide per l’ammodernamento e il potenziamento della rete ferroviaria regionale, durante il quale è stato possibile constatare lo stato di avanzamento dei lavori, che saranno conclusi entro aprile 2018. L’accordo di oggi, infatti, segue quello già firmato nel giugno 2017 attraverso il quale Rete Ferroviaria Italiana, per conto di Umbria Mobilità, ha assunto il compito di progettare e realizzare gli interventi necessari per il potenziamento della rete regionale, dando supporto nella gestione dei rapporti contrattuali, curando la direzione lavori e dando assistenza nel processo di collaudo tecnico/amministrativo di tutti gli interventi.

Il passaggio della gestione e manutenzione delle linee a RFI potrà avvenire dopo un percorso di affiancamento fra le due società, insieme alla presenza di alcune condizioni necessarie: l’invio da parte di Rete Ferroviaria Italiana all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) del documento che attesta il rispetto dei criteri di sicurezza; la firma di un nuovo atto di concessione per la gestione, lo sviluppo e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle linee inserite nell’accordo; e la sottoscrizione di un apposito Contratto di Programma, relativo sia ai servizi sia agli investimenti, fra Regione Umbria e RFI per garantire, dal punto di vista economico, tutte le attività previste.

Le linee interessate dall'accordo sono la Sansepolcro – Umbertide e la Umbertide – Terni, con la diramazione Perugia Ponte San Giovanni – Perugia Sant’Anna, insieme a tutte le stazioni e gli immobili necessari alla loro gestione. La rete di Umbria TPL e Mobilità è già connessa all’infrastruttura ferroviaria nazionale gestita da RFI attraverso le stazioni Perugia Ponte San Giovanni e Terni. Con la gestione integrata, è possibile raggiungere una significativa razionalizzazione delle risorse, oltre al potenziamento dei collegamenti ferroviari regionali e interregionali, in particolare da e per Roma.

 

L’intesa è stata resa possibile dalla norma approvata ad aprile 2017 che consente alle Regioni e ai gestori delle linee regionali la possibilità di concludere accordi e stipulare contratti con RFI per la realizzazione di interventi sulle proprie linee, ossia per il subentro nella loro gestione.

 

L’accordo prevede infine il passaggio dei dipendenti da Umbria TPL e Mobilità a Rete Ferroviaria Italiana.