RFI, Ancona: operativi 10 nuovi bagni in stazione

130 mila euro l’investimento complessivo di Rete Ferroviaria Italiana

RFI, Ancona: operativi 10 nuovi bagni in stazione

Ancona, 21 novembre 2016

Attivi da oggi 10 nuovi bagni nella stazione di Ancona Centrale.

Situati lungo il binario 1 della stazione, sono dotati di un ampio disimpegno di ingresso e composti da 2 ambiti separati per uomini e donne. 
Ogni ambito è dotato di 5 toilette, una delle quali è dedicata alle persone con disabilità. 
Ogni settore è provvisto di nursery per le esigenze delle mamme e dei papà con neonati. 
Otto lavabi, 4 per ogni settore, dotati di erogatori elettrici di acqua, sapone ed aria completano la dotazione dei nuovi servizi.

Inaugurati oggi da Stefano Morellina, Direttore Territoriale Produzione di Rete Ferroviaria Italiana e Stefano Foresi, Assessore alla Manutenzione, Protezione Civile e Sicurezza del Comune di Ancona.

Le dotazioni tecnologiche utilizzate e i materiali usati per la realizzazione garantiscono massima facilità di manutenzione e di pulizia, che sarà assicurata da personale specializzato durante tutto l’orario di apertura.
I servizi aperti tutti i giorni dalle 6 alle 21 – sono dotati di un impianto di videosorveglianza attivo 24 ore su 24 e di un sistema di allarme antiscasso in funzione durante le ore di chiusura.

Saranno a pagamento – 50 centesimi la tariffa, a disposizione una macchina automatica cambiamonete – requisito necessario, anche se non sempre sufficiente, per scoraggiare l’uso improprio della struttura.
Durata lavori tre mesi. 
Investimento complessivo  e di Rete Ferroviaria Italiana 130mila euro.

L’intervento rientra nel programma dei Nuovi Servizi Igienici di stazione che RFI sta adottando nelle Marche
Nel corso del 2016 sono interessate le stazioni di Senigallia, Civitanova Marche e Falconara.

Inoltre, nella stazione di Ancona sono attualmente in corso interventi di riqualificazione e miglioramento funzionale del Piazzale Ovest che prevedono l’innalzamento del marciapiede  a 55 cm – la misura standard prevista a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani per facilitare l’accesso ai treni - a servizio dei binari due e tre ovest, il suo allargamento da quattro a cinque metri e mezzo e il rifacimento integrale della relativa pensilina.

Termine lavori primo trimestre 2017. Investimento 1 milione di euro.