Note, sul nuovo numero Francesco Gabbani

La rivista dedicata ai clienti del trasporto regionale accompagnerà il roadshow dei nuovi treni Pop e Rock

 Note, l'ultima uscita del 2017

di Gaspare Baglio, disponibile anche su ISSUU

La vittoria al 67esimo Festival di Sanremo con la super hit Occidentali’s karma, la partecipazione memorabile all’Eurovision Song Contest di Kiev, il trionfo del tormentone Tra le granite e le granate come canzone dell’estate proclamata da RTL 102.5. Sono solo alcune delle tante belle novità accadute a Francesco Gabbani nel 2017.

Non c’è che dire, è stato proprio il suo anno, costellato di successi e conferme culminati con la riedizione del fortunato album Magellano.

Il repack del disco sugella un’annata fantastica.
Il 2017 è stato strepitoso, oltre ogni rosea aspettativa. Magellano ha raggiunto la certificazione di platino e anche il tour mi ha dato grandi soddisfazioni. In questa nuova edizione del disco ho aggiunto la raccolta Sudore, fiato, cuore, con le versioni live dei miei brani. Chi mi segue può rivivere quelle emozioni e chi non ha partecipato ai concerti avrà un assaggio di quella dimensione.

Il nuovo singolo è La mia versione dei ricordi. Il video ricorda Last Christmas degli Wham.
È proprio un tributo alla band di George Michael. La sceneggiatura era perfetta per il testo della canzone. Assieme al mio staff abbiamo deciso che, invece di fare qualcosa che assomigliasse all’originale, era preferibile un remake.


A proposito di Natale, come lo passerà?
Diviso tra la famiglia e le prove per il concerto del 20 gennaio al Mandela Forum di Firenze.

Cosa dobbiamo aspettarci?
Sarà la chiusura del bellissimo viaggio fatto con Magellano. E rappresenta anche la mia prima esibizione in un palazzetto, quindi vivrò l’entusiasmo di provare emozioni nuove.

Cosa cambia rispetto al tour estivo?
La sostanza sono sempre le canzoni. Ci saranno novità anche nella scenografi a e nell’organico dei musicisti, una gran parte del concerto mi vedrà con molti strumentisti sul palco.

E dopo? Ritornerà all’Ariston?
Non gareggerò al Festival di Sanremo, ma se qualcuno mi invita passerò per un saluto. Per il resto voglio concedermi una pausa prima di iniziare a scrivere nuovi brani e pensare alla continuazione del mio percorso.

A livello artistico c’è altro che vorrebbe fare?
In realtà no. La mia forma di espressione principale è la musica. Il resto avrebbe il sapore del tentativo, ma non escludo nulla.

Spesso si parla di un suo avvicinamento al mondo dei talent show. Solo voci?
Di proposte me ne sono arrivate tantissime. Tutto è possibile, ma attualmente non è nelle mie intenzioni.

Il claim per il lancio dei nuovi treni Pop e Rock è #lamusicastacambiando. Le piace muoversi in treno?
Penso sia positivo l’impegno che agevolerà i clienti regionali. In treno è un bel viaggiare, non fa sprecare tempo e offre una circostanza affascinante, come la vista di bellissimi paesaggi. È molto piacevole.