• Home >
  • Infomobilità

Ponte di Nona: dal 4 aprile una nuova stazione per i pendolari del Lazio

Sulla linea FL2 Roma – Tivoli – Avezzano 57 collegamenti al giorno

Sulla linea FL2 Roma - Tivoli - Avezzano 57 collegamenti al giorno

Roma, 24 marzo 2016

Novità per i pendolari del Lazio.

Dal 4 aprile Rete Ferroviaria Italiana apre al servizio ferroviario una nuova stazione per i pendolari del quadrante est della Capitale: Ponte di Nona, sulla linea FL2 Roma –Tivoli – Pescara. E su indicazione della Regione Lazio saranno 57 le corse giornaliere messe a disposizione da Trenitalia.

Realizzata fra le stazioni di Lunghezza e Salone, in soli 23 minuti si potrà così raggiungere Roma Tiburtina, importante nodo di scambio del trasporto pubblico locale.

La tipologia della fermata Ponte di Nona è simile a quelle già realizzate, negli ultimi anni sulla linea FL2 Roma –Tivoli – Pescara: nuovi marciapiedi a standard metropolitano (alti 55 cm come previsto dalla normativa europea) per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni; percorsi tattili per ipovedenti; un sottopassaggio per l’attraversamento dei binari, pensiline, scale, rampe di accesso e un fabbricato per apparecchiature tecnologiche. Istallato anche un sistema di video sorveglianza, la stazione è dotata infine di un impianto di illuminazione a led, monitor informativi e di quattro cancelli elettrici agli ingressi pedonali per la chiusura nelle ore notturne.

L’ investimento complessivo di Rete Ferroviaria Italiana è stato di circa 4 milioni di euro.

Gli orari dei treni da e per Ponte di Nona saranno consultabili nei prossimi giorni su www.trenitalia.com e su i nuovi quadri orari affissi nelle stazioni. Il costo del biglietto è di 1 euro se si acquista quello di Trenitalia – zona anello – valido 90 minuti da utilizzare solo sui treni; è invece di euro 1,50 se si compra quello integrato metrebus -  valido 100 minuti per tutti i mezzi di trasporto.

La zona in cui sorge la stazione, in via Enrico Forlanini snc, è adiacente al centro commerciale Roma Est. Vicino alla nuova fermata, in un’area non di proprietà del Gruppo FS Italiane, è già presente un ampia zona parcheggio di circa 1.000 posti auto e stalli per bus turistici.