• Home >
  • Gruppo FS Italiane

San Francesco e il Sultano: a Siena un convegno sulle origini del dialogo tra Cristianesimo e Islam

Promosso da FS Italiane con la rivista La Freccia e organizzato dalla Fondazione Formiche con il patrocinio del Comune di Siena e il sostegno di Opera Civita. In programma mercoledì 15 gennaio presso il polo museale di Santa Maria della Scala

Siena, 13 gennaio 2020

Le origini del dialogo tra Cristianesimo e Islam nel segno del rispetto reciproco, insieme al ruolo della comunicazione come mezzo per arrivare al confronto e alla concordia tra i popoli. Sì tiene mercoledì 15 gennaio, presso il polo museale di Santa Maria della Scala di Siena, il convegno San Francesco e il Sultano, promosso da Ferrovie dello Stato Italiane con la rivista La Freccia, e organizzato dalla Fondazione Formiche, con il patrocinio del Comune di Siena e il sostegno di Opera Civita. L' incontro sarà introdotto e moderato dal professor Alberto Brandani, presidente della Fondazione Formiche e del Premio letterario Elba Brignetti, presidente di Federtrasporto, nonché curatore della rubrica Un treno di libri sul magazine La Freccia. Parteciperanno Sua Eccellenza Monsignor Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, il direttore de L’Osservatore Romano Andrea Monda, e lo scrittore Ernesto Ferrero, autore di "Francesco e il Sultano:

Nel luglio del 1219 Francesco d’Assisi parte in nave alla volta dell’Oriente e si lancia nell’impresa disperata di raggiungere, insieme al fidato frate illuminato, Damietta assediata dai crociati per incontrare il Sultano d’Egitto. Ce lo ricorda lo stesso Alberto Brandani nella rubrica mensile In viaggio con il Prof della rivista del Gruppo FS La Freccia, nel fornirci un assaggio di lettura del libro di Ernesto Ferrero Francesco e il Sultano. Ed è proprio da questo incipit che prende corpo il convegno senese, che analizza e promuove il dialogo religioso e l’amicizia dei popoli nel nome della la vicinanza fraterna fra Cristianesimo e Islam, oggi più che mai cruciale e argomento di cui Papa Benedetto XVI e Papa Francesco hanno guardato al quella lontana esperienza di Francesco d'Assisi, che a distanza di secoli offre un terreno di convergenza fra l’Europa e l’Oriente musulmano.