Interventi per la velocizzazione della linea ferroviaria Adriatica

Da lunedì 24 agosto, previsto l’innalzamento del secondo marciapiede per un più agevole accesso ai treni. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni

Da lunedì 24 agosto, previsto l’innalzamento del secondo marciapiede per un più agevole accesso ai treni. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni

Bologna, 24 agosto 2015

Prosegue il potenziamento infrastrutturale e tecnologico della linea Adriatica Bologna – Bari/Lecce, in corso da parte di Rete Ferroviaria Italiana per consentire ai treni che la percorrono di raggiungere i 200 km/h e ridurre sensibilmente i tempi di viaggio.

Da oggi e fino alla fine di novembre uno dei cantieri sarà operativo proprio nella stazione di Forlì, dove verrà modificata la configurazione attuale dei binari. L’obiettivo è consentire ai treni in arrivo sia da nord sia da sud di entrare nello scalo forlivese con un tracciato più rettilineo rispetto a quello attuale. Una modalità di circolazione che, peraltro, era quella originaria della vecchia stazione, modificata nel periodo fascista.

Al termine di questa fase dei lavori i treni diretti a nord utilizzeranno l’attuale binario 2 e quelli diretti a sud il 3, con vantaggi anche in termini di migliore regolarità della circolazione. Inoltre il secondo marciapiede – quello a servizio dei binari 2 e 3 - sarà rinnovato e innalzato (55 cm) per consentire una più agevole entrata e uscita dei viaggiatori dai treni.

L’intervento, che prevede modifiche al raggio di curvatura dei binari, alla linea elettrica di alimentazione dei treni nonché al sistema di scambi presente in stazione, renderà necessario porre inizialmente fuori servizio il binario il binario 3 e successivamente il binario 1. La riattivazione di quest’ultimo è prevista nel corso di una fase successiva di intervento.

L’attività si svolgerà prevalentemente in orario notturno per non interferire sulla normale circolazione dei treni.