• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Più lavoratori, più ferrovieri

In Italia cresce il numero di occupati, anche grazie alle nuove assunzioni del Gruppo FS

Roma, 24 novembre 2019

di Luca Mattei

Secondo i più recenti dati ISTAT, pubblicati il 31 ottobre 2019, l’occupazione su base annua a settembre ha registrato un incremento dello 0,5%, pari a 111mila lavoratori in più. Contemporaneamente si stima un calo sia dei disoccupati (-4,8%) sia degli inattivi tra i 15 e 64 anni (-1,0%). L’istituto nazionale di statistica presenta così la fotografia di un Paese che, seppur a piccoli passi, prova a risollevare la china per quanto riguarda l’aspetto lavorativo.

Un contributo notevole al raggiungimento di tale obiettivo arriva senza dubbio dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, dove nel corso del 2019 i giovani assunti sono stati 5.724 un numero che è andato ben oltre i 4mila che erano previsti dal Piano industriale 2019-2023, e che rappresenta circa il 5% di tutti i lavoratori assunti in Italia.

Si ingrandisce così l’organico di alcune figure professionali quali il personale a bordo dei treni, gli agenti di vendita e assistenza e gli addetti alla manutenzione dei treni e dell’infrastruttura stradale e ferroviaria. Se si entra nel dettaglio delle varie aziende che compongono il Gruppo, risulta che la quota principale è quella di Trenitalia, con 1.908 nuovi dipendenti, e a seguire RFI (1.824) e Anas (631). Questo almeno fino ad oggi, per cui non è da escludere che si tratti di cifre che potrebbero aumentare da qui alla fine dell’anno, in un mese e poco più.

"In un momento di importanti trasformazioni come quello che stiamo vivendo, il Gruppo FS Italiane è chiamato a dare l’esempio perseguendo interessi di lungo periodo per il Paese, come il lavoro per i giovani", ha commentato l'amministratore delegato e direttore generale di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti. "Gli oltre 5.700 assunti nel 2019 - prosegue Battisti - sono persone scelte per migliorare i livelli qualitativi del servizio, soprattutto nel settore regionale, per semplificare la vita quotidiana dei pendolari. È nostra responsabilità valorizzare i giovani, le loro capacità e competenze, affinché diventino a loro volta fonti di valore, protagonisti e costruttori del bene comune", ha concluso il top manager FS.

Il comunicato stampa: Gruppo FS Italiane: più di 5.700 nuove assunzioni nel 2019 e l'anno non è ancora finito