• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Maltempo - RFI, Trenitalia e Anas: tutti gli aggiornamenti

2 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 23.30
Ripresa la circolazione ferroviaria sulle linee del nodo di Genova
In Toscana ed Emilia Romagna, il 3 e 4 marzo, servizi sostitutivi con bus sulla Siena - Chiusi e Pistoia - Porretta Terme

Sta tornando progressivamente alla normalità la circolazione ferroviaria sulle linee Genova - Savona, Genova - Torino, Genova - Milano e sulla Pontremoli - La Spezia. La linea Cuneo - Limone è tornata operativa dalle 11.30.

A causa del gelicidio, sui cavi elettrici della linea di alimentazione dei treni si sono formati in maniera ricorrente manicotti di ghiaccio che hanno impedito, nonostante l’impegno di oltre 200 tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici, la captazione dell’energia da parte dei treni. Per la giornata di domani, compatibilmente con l’evolversi della situazione meteorologica, l’offerta di trasporto regionale sarà interamente garantita.

Sempre per motivi legati al maltempo, nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 marzo il servizio ferroviario fra Siena e Chiusi e fra Pistoia e Porretta Terme (Bologna) sarà sostituito con un servizio di busIn particolare, lungo la linea Siena - Chiusi i treni non circolaranno a causa di allagamenti tra Asciano e Castelnuovo Berardenga. Lungo la linea Pistoia - Porretta Terme la sospensione del servizio ferroviario è stata decisa in via precauzionale per il rischio di formazione di ghiaccio e per la presenza di neve.

2 MARZO 2018 - TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 12.00

Servizi di bus sostitutivi, presidi di assistenza nelle stazioni e informazioni in tempo reale ai clienti

Dalle prime ore di stamani, e dal momento in cui il  gestore della rete RFI  ha sospeso la circolazione per il fenomeno del gelicidio, che sta rendendo indisponibili alcune linee ferroviarie liguri e tutte quelle intorno al nodo di Genova, Trenitalia ha attivato servizi su strada sostitutivi, con pullman già mobilitati dal giorno precedente, e potenziato i presidi di assistenza nelle stazioni coinvolte.

Contemporaneamente, e con ripetute comunicazioni diramate anche attraverso una specifica casella di posta elettronica, ha informato in tempo reale i pendolari dell’evoluzione della situazione e di tutti i provvedimenti adottati da RFI e, conseguentemente, da Trenitalia.

I bus sono presenti su tutte le tratte ferroviarie dove la circolazione è interrotta: tra Genova e Voghera, tra Genova e Alessandria, tra Genova e Savona, tra Genova e Acqui. Il loro utilizzo è comunque reso problematico per le condizioni di strade e autostrade dove la circolazione veicolare è particolarmente difficoltosa per la presenza di ghiaccio sull’asfalto.

2 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 11.00
Squadre tecniche a lavoro nel nodo di Genova

Sono oltre 200 i tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici al lavoro per liberare dal ghiaccio le linee di alimentazione elettrica del nodo di Genova.

A causa del gelicidio in atto, nonostante le continue attività dei tecnici, sui cavi elettrici continuano a riformarsi manicotti di ghiaccio, che impediscono la captazione dell’energia Al momento la circolazione è sospesa sulle linee Genova – Savona, Genova – Torino, Genova – Milano, Parma – La Spezia e Cuneo – Limone.

2 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 9.00
Circolazione sospesa sulle linee Genova - Milano, Genova - Torino, Genova - Savona e Parma - La Spezia a causa del gelicidio che ha ghiacciato le linee di alimentazione elettrica dei treni.

In Emilia Romagna e in Veneto, dove era prevista per oggi un’offerta dell’80%, i treni stanno viaggiando anche in percentuali maggiori.

Sulla restante rete regionale la circolazione procede con regolarità.

Garantito il 100% dell’offerta dei treni ad alta velocità. Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad informarsi sulla situazione traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio, anche attraverso i canali di informazione del Gruppo FS.

2 MARZO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO ORE 9.00
A seguito del maltempo, in Liguria sulla strada statale 1 ‘via Aurelia’ è chiuso il tratto al km 460,000 nel territorio comunale di Moneglia, in provincia di Genova, a causa di un mezzo pesante di traverso sulla carreggiata.

Il traffico leggero è deviato sulla viabilità comunale con indicazioni sul posto. Le squadre di pronto intervento sono al lavoro per rimuovere il mezzo e ripristinare la sicurezza della circolazione.
In Emilia Romagna, sulla strada statale 16 ‘Adriatica’ è chiusa la carreggiata in direzione nord al km 187,000 a Igea Marina a causa di un mezzo pesante di traverso sulla sede stradale. Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni in loco.

Sull’Appennino tosco-romagnolo sulla strada statale 3bis (E45) è chiusa in Toscana la carreggiata nord tra i km 147,500 e 162,000, da Pieve S. Stefano a Canili. È attivato il filtraggio dei veicoli a San Sepolcro Sud.

In Emilia Romagna la strada statale 3bis (E45) è chiusa tra lo svincolo di Canili, al km 162,698, e lo svincolo di Montecastello, al km 198,200, con conseguente chiusura degli svincoli entrata/ingresso che sono presidiati da forze dell'ordine.

Mezzi sgombraneve e spargisale sono in azione lungo l’intera tratta per consentire il ripristino della normale circolazione, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play

1 MARZO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 18.00 
Alla luce del bollettino meteo diffuso dalla Protezione Civile, domani sarà garantito il 100% dell’offerta dei treni alta velocità prevista dall’orario ufficiale e l’intera offerta del trasporto regionale in gran parte delle regioni ad esclusione di Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Veneto dove circolerà circa l’80% dei treni.

In base al piano neve e gelo previsto da RFI domani non saranno effettuati i seguenti Intercity:

  • IC 722 - Siracusa (7.32) - Messina (09.56)

  • IC 728 - Palermo (07.00) - Roma (18.34)

  • IC 652 - La Spezia (04.59) - Milano (08.23)

  • IC 687 - Milano (21.10) - La Spezia (00.18)

  • IC 1570 - Livorno (11.24) - Milano (15.50)


La riduzione è necessaria per garantire una migliore regolarità del servizio ferroviario.

Anche nella giornata odierna, la circolazione è proseguita secondo il programma definito, in alcune regioni hanno circolato più treni rispetto alle previsioni. In Toscana, sulla Firenze – Prato e sulla Firenze – Empoli, si sono registrati ritardi a causa di formazione di ghiaccio sulla linea elettrica di alimentazione dei treni.


1 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 17.00
Circolazione regionale Lazio

Sta tornando alla normalità il traffico ferroviario regionale nel Lazio. Nella giornata non si sono registrate particolari criticità, già a partire dalla tarda mattinata gradualmente ha ripreso a circolare la quasi totalità dell’offerta di treni.

1 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 15.30
Più corse regionali rispetto a quelle programmate per il maltempo

Il traffico ferroviario regionale nel Nord e Centro Italia procede senza particolari criticità, in base al programma definito dal Piano neve e gelo.

In alcune regioni dell’arco alpino e nel Lazio, i treni stanno circolando in quantità superiore, garantendo più collegamenti. Nelle prossime ore e per la fascia pendolare del pomeriggio, è previsto, compatibilmente con la situazione meteorologica, un ulteriore aumento delle corse.

Sull’asse ferroviario Milano – Roma – Napoli, sta attualmente circolando l’80% dei treni alta velocità. Nella mattinata, sono stati registrati rallentamenti medi di 60 minuti per il guasto di tre convogli sulla dorsale Milano – Roma. 

In base alle attuali previsioni meteorologiche, si stima che la situazione ferroviaria possa ritornare alla normalità a partire da domani, venerdì 2 marzo. Nelle prossime ore, RFI incontrerà le imprese di trasporto per definire il programma di circolazione dei prossimi giorni sulla base del bollettino meteo della Protezione Civile.

1 MARZO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 10.30
Il traffico ferroviario regionale nel Nord e Centro Italia procede senza particolari criticità, secondo il programma previsto dal Piano neve e gelo.

Nelle regioni dell’arco alpino, in base all’evoluzione dei fenomeni meteorologici, i convogli stanno circolando anche in quantità superiore rispetto al programma definito, garantendo più collegamenti.

In particolare, in Lombardia questo è stato possibile anche grazie alla fine dei lavori, nei tempi stabiliti, nell’ambito della stazione di Pioltello. La riattivazione dei binari della linea veloce della Milano – Brescia ha infatti permesso il ripristino della piena capacità ferroviaria. Sull’asse ferroviario Milano – Roma – Napoli, sta attualmente circolando l’80% dei treni alta velocità. Si registrano rallentamenti medi di 30 minuti per il guasto di due convogli, in via di risoluzione.

In base alle attuali previsioni meteorologiche, si stima che la situazione ferroviaria possa ritornare alla normalità a partire da venerdì 2 marzo. RFI continuerà a dare aggiornamenti sulla situazione in atto e sulle misure previste.

1 MARZO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO 
A causa delle nevicate che stanno interessando dalla scorsa notte l’Appennino tosco-romagnolo, si registrano rallentamenti sulla strada statale 3bis (E45) tra Pieve Santo Stefano (AR) e Cesena, soprattutto nel tratto del valico di Verghereto (FC).
I mezzi pesanti in direzione Roma vengono fermati a Cesena, mentre quelli diretti a Ravenna vengono al momento fermati a Pierantonio (PG) per evitare incolonnamenti sul tratto toscano.

Mezzi sgombraneve e spargisale sono in azione lungo l’intera tratta per consentire il ripristino della normale circolazione, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo. La strada è comunque transitabile con catene montate.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play


28 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 18.30
Nord e Centro Italia, attivato il piano emergenza neve grave

In base al piano di emergenza predisposto da RFI, gestore della rete ferroviaria, domani primo marzo l’offerta di treni regionali, a lunga percorrenza e AV subirà alcune modifiche.

Il piano di emergenza comporterà una riduzione dell’offerta ordinaria che interesserà Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio.

Sulla direttrice AV Milano – Roma – Napoli è confermata per domani la programmazione dell’80% dei treni alta velocità con le fermate a Roma Termini e a Roma Tiburtina così come previste dall’orario ufficiale.

Sulla trasversale padana, Torino – Milano – Venezia e lungo la direttrice tirrenica nord, Genova – Roma, è prevista la circolazione di circa l'85% delle corse a lunga percorrenza, del 70% tra Genova e Milano.

Consulta le modifiche alla circolazione dei treni a lunga percorrenza previste per giovedì 1 marzo 2018.

Sul fronte del trasporto regionale, l’offerta dei servizi sarà invece così regolata:

  • Friuli Venezia Giulia, Marche e Lazio: circolerà il 70% delle corse previste in orario;
  • Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Toscana: circolerà il 50%;

Consulta le modifiche alla circolazione del trasporto regionale

Trenitalia potenzierà i servizi di informazione e assistenza in tutte le principali stazioni interessate dallo stato di emergenza grave per consentire ai clienti di individuare soluzioni di viaggio alternative nel caso di cancellazione del loro treno, assicurando il rimborso integrale del biglietto a chi rinuncerà al viaggio.

28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 21.00
Circolazione regionale Piemonte e Valle d'Aosta, attivazione del piano neve emergenza grave


A seguito dell’Allerta Arancione/Rossa per neve in Piemonte e Valle d’Aosta, emessa oggi dalla Protezione Civile regionale, domani 1 marzo Rete Ferroviaria Italiana attiverà il livello “emergenza grave” del proprio Piano neve e gelo. Fra le azioni previste anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali che saranno ridotti in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

 Nello specifico si prevede di effettuare i seguenti servizi: 

  • Linea (Alba) Bra-Cavallermaggiore : 60%;
  • Linea Alessandria-Chivasso : 50%;
  • Linea Alessandria – Genova: 40%;
  • Linea Alessandria –San Giuseppe - (Savona): 50%;
  • Linea Alessandria-Voghera-Piacenza: 50%;
  • Linea Arona-Alessandria: 50%;
  • Linea Asti-Acqui Terme: 60%;
  • Linea Ivrea-Chivasso-Novara: 20%;
  • Linea Modane-Susa-Torino-SFM3: 50%;
  • Linea Novara-Domodossola: 40%;
  • Linea Pinerolo-Torino-Chivasso-SFM2: 40%;
  • Linea Santhià-Biella-Novara: 50%;
  • Linea Torino Stura-(Bra)-Alba-SFM4: 60%;
  • Linea Torino-Alessandria: 50%;
  • Linea Torino-Asti-SFM6: 50%;
  • Linea Torino-Chivasso-Ivrea: confermato l’intero servizio di trasporto;
  • Linea Torino-Cuneo-Ventimiglia: 60%;
  • Linea Torino-Fossano-SFM7: 50%;
  • Linea Torino-Genova: 80%;
  • Linea Torino-Milano: 80%;
  • Linea Torino-Savona: 60%.

In Valle d’Aosta sarà effettuato il 60% del servizio di trasporto. Per i treni a lunga percorrenza confermato l’80% dei servizi alta velocità sulla Torino - Milano - Napoli e il 90% sulla trasversale Torino - Venezia. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni. Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad informarsi sulla situazione traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio


28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 21.00

Circolazione regionale Liguria, attivazione del piano neve emergenza grave

A seguito dell’allerta Arancione/Rosso per neve in tutta la regione, emessa oggi dalla Protezione Civile regionale, domani 1 marzo Rete Ferroviaria Italiana attiverà il livello “emergenza grave” del proprio Piano neve e gelo. Fra le azioni previste anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali che saranno ridotti in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Nello specifico:

  • Linea Genova Voltri - Genova Nervi: cancellati tutti i treni metropolitani; operativi i treni degli altri sistemi passanti;
  • Linea Genova Brignole - Busalla: cancellati tutti i treni con origine/termine corsa Busalla; operativi i treni della linea Genova Brignole - Busalla -Arquata;
  • Linea Genova Brignole - Acqui Terme: operativo il 55% dei servizi;
  • Linea Savona - Torino/Alessandria/Acqui Terme: operativo il 60% dei servizi e tutti i treni regionali veloci Ventimiglia - Savona - Torino;
  • Linea Savona-Ventimiglia: operativo il 65% dei servizi;
  • Linea Sestri Levante - Savona: operativo il 75% del servizio,
  • Linea Genova - Milano: confermati tutti i treni regionali veloci con origine/destinazione Milano; alcune corse avranno origine/termine a Milano Rogoredo;

Previste cancellazioni puntuali di servizi con origine/termine corsa La Spezia. Sulla Linea Tirrenica sarà operativo circa l'85% dei servizi a lunga percorrenza (Frecce e Intercity), sulla Genova – Milano il 70% dei treni Intercity. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni.


28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 18.00

Circolazione regionale Veneto, attivazione del piano neve emergenza grave

A seguito dell’Allerta Arancione per neve in tutta la regione, emessa nella tarda mattinata di oggi dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile del Veneto e valida dalla mezzanotte di oggi alla mezzanotte di domani giovedì 1 marzo, Rete Ferroviaria Italiana attiverà il livello “emergenza grave” del proprio Piano neve e gelo.

Fra le azioni previste, anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali che sarà ridotta complessivamente del 50% in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Sulla Venezia – Roma l’offerta Frecciarossa sarà regolare. Sulla trasversale Venezia – Torino sarà operativo il 90% del servizio. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni


28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 18.00
Circolazione regionale Marche, attivazione del piano neve emergenza grave

A seguito della nuova ondata di neve e gelo, prevista da questa notte nelle Marche, dalla mezzanotte di oggi Rete Ferroviaria Italiana attiverà il livello “emergenza lieve” del proprio Piano neve e gelo. Fra le azioni previste anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Due le linee interessate dalla riduzione del servizio: la Civitanova – Albacina, dove circolerà il 60% dei treni programmati e la parte Nord dell’Adriatica, tra Ancona e Rimini, dove circolerà l’80% dei convogli.

Servizio regolare su tutte le altre direttrici regionali di traffico. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni.

28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 18.00
Circolazione regionale Toscana, attivazione del piano neve emergenza grave

A seguito dell’Allerta Arancione per neve in tutta la regione, emessa nella tarda mattinata di oggi dalla Protezione Civile, valida per la giornata di domani giovedì 1 marzo,  Rete Ferroviaria Italiana renderà operativo dalla serata di oggi il Piano neve e gelo, con una previsione di riduzione dell’offerta dei servizi ferroviari regionali per tutta la giornata di domani 1 marzo. Fra le azioni previste dal Piano, anche la riprogrammazione dell’offerta commerciale dei treni regionali, che sarà ridotta complessivamente di circa il 50% in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Nello specifico si prevede di effettuare i seguenti servizi: 

  • linea Firenze-Arezzo-Chiusi-Roma: oltre il 60% dei treni programmati;

  • linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Pontassieve: circa il 45% dei treni programmati;

  • linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Vaglia: circa il 40% dei treni programmati; nella tratta Marradi-Faenza il servizio sarà effettuato con bus;

  • linea Firenze-Pisa-Livorno: circa il 50% dei treni programmati;

  • linea Firenze-Empoli: i treni non effettueranno la fermata di Signa ma solo quella di Lastra a Signa;

  • linea Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio: effettuato circa il 60% dei treni programmati;

  • linea Firenze-Siena: circa il 45% dei treni programmati;

  • linea Pisa-Grosseto-Roma: circa il 60% dei treni programmati;

  • linea Pisa-Lucca-Aulla: circa il 40% dei treni programmati;

  • linea Pisa-La Spezia: circa il 45% dei treni programmati;

  • linea Prato-Bologna: oltre il 60% dei treni programmati;

  • linea Pistoia-Porretta: il 100% dei treni programmati;

  • linea Siena-Chiusi: infrastruttura non disponibile, il servizio sarà effettuato con bus;

  • linea La Spezia-Pontremoli: circa il 60% dei treni programmati;

  • linea Siena-Grosseto: servizio ferroviario tra Siena e Buonconvento; tra Buonconvento e Grosseto il servizio sarà effettuato con bus;

  • Cecina-Saline Volterra: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus;

  • Campiglia-Piombino: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus.

Ulteriori bus saranno operativi a partire dalle 5.00 in diverse località per ogni necessità che dovesse sorgere. Sull’Alta velocità confermato l’80% dei collegamenti. Sulla linea Tirrenica sarà operativo il 90% dei servizi (Frecce ed Intercity). Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni.


28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 17.30
Circolazione regionale Emilia Romagna, attivazione del piano neve emergenza grave

A seguito dell’Allerta Arancione per neve in tutta la regione, emessa nella tarda mattinata di oggi dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia Romagna e valida dalla mezzanotte di oggi alla mezzanotte di domani giovedì 1 marzo,  Rete Ferroviaria Italiana attiverà il livello “emergenza grave” del proprio Piano neve e gelo.

Fra le azioni previste, illustrate alla Regione Emilia Romagna e alla Prefettura nei mesi scorsi, anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali che sarà ridotta complessivamente del 50% in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Confermata la quasi totalità dei collegamenti Bologna – Verona, Bologna – Venezia, Parma – Milano, Modena – Mantova, Fidenza – Salsomaggiore, Castelbolognese – Ravenna e Ferrara – Ravenna.

Cancellati i treni a corto raggio fra Bologna e Marzabotto, Bologna e San Pietro in Casale, Bologna e San Benedetto Val di Sambro, Castelbolognese e Rimini, Faenza e Ravenna, Faenza e Lavezzola, Modena e Carpi e fra Ferrara e Venezia.

Sulle restanti direttrici di traffico sono previste percentuali di servizi comprese fra il 40 e l’80% . In particolare sarà regolare il 65% dei treni Ancona – Bologna – Piacenza, il 75% dei collegamenti Bologna – Porretta Terme, il 60% di quelli fra Bologna e Prato e il 40% dei Bologna – Poggio Rusco. Per quanto riguarda l’Alta velocità, confermato l’80% dei collegamenti. Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni.

28 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 16.00
Nel Lazio la circolazione ferroviaria regionale sta proseguendo secondo il programma stabilito ieri sera in base allo stato di emergenza lieve per gelo emanato alla luce del bollettino meteo della Protezione Civile. Consulta i provvedimenti previsti per il trasporto regionale nel Lazio

A differenza di ieri, ponendo particolare attenzione al trasporto pendolare, circola un 20% di corse in più attestando l’offerta al 70% di quella ordinaria. Rimasta invariata la percentuale dei treni AV in circolazione che oggi partono regolarmente dalle stazioni di Roma Termini e Roma Tiburtina come previsto dall’orario ufficiale.

La circolazione al momento è regolare, non si registrano ritardi rilevanti. Alcuni rallentamenti nel corso della mattinata, legati al maltempo e alla formazione di gelo sulle infrastrutture, in particolare per i treni provenienti dall’Umbria e sulla Roma – Formia. La riduzione dell’offerta commerciale è necessaria per consentire un più contenuto uso dell’infrastruttura, garantendo così una maggiore e continua efficienza, in particolare a Roma Termini e nel nodo ferroviario capitolino.

28 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 12.00
La circolazione ferroviaria prosegue secondo il programma previsto dal Piano neve e gelo di Rete Ferroviaria Italiana, senza particolari criticità.

Come programmato, sulla rete ferroviaria nazionale, sta circolando l’80% dei treni alta velocità, con ritardi medi di 15 minuti.
Nel Lazio, viaggia il 70% dei treni regionali,  il 20% in più rispetto ai treni in circolazione ieri. La riduzione dell’offerta commerciale è necessaria per consentire un più contenuto uso dell’infrastruttura, garantendo così una maggiore e continua efficienza, in particolare a Roma Termini e nel nodo ferroviario capitolino.

28 FEBBRAIO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO ORE 10.00
Sono in corso le operazioni di rimozione di stalattiti di ghiaccio dalla volta del sottopasso di Lodi, pertanto la strada statale 9 dir “Tangenziale est di Lodiè provvisoriamente chiusa al traffico tra il km 2,000 e il km 3,020, nel territorio comunale di Lodi.
La viabilità è deviata sulla rete viaria limitrofa.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play


27 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 22.00
Circolazione regionale Lazio


Per la giornata di domani 28 febbraio l’offerta dei servizi nel Lazio passerà dal 50% dei treni circolati oggi al 70%, nel dettaglio:

  • LEONARDO EXPRESS:  offerta completa;

  • FL1 (Orte – Monterotondo –Roma –Fiumicino) un treno ogni mezz’ora da e per Monterotondo/ Fiumicino. Maggiore offerta da/per Orte sia in fascia pendolare che di morbida;

  • FL2 (Roma –Tivoli –Sulmona) garantiti i collegamenti da e per Roma Tiburtina/Tivoli/Lunghezza; collegamenti da Pescara limitati ad Avezzano; collegamenti da Avezzano garantiti nella fascia pendolare mattutina;

  • FL3 (Roma –Viterbo) un treno ogni mezz’ora da Ostiense - Cesano; 1 treno ogni 2 ore da/per Viterbo, regolari i primi tre treni del mattino provenienti da Viterbo e della sera diretti a Viterbo. Viterbo  - Orte spola con 8 treni giorni. Treni Viterbo - Roma Termini 7569 e 7586 garantiti;

  • FL4 (Roma –Albano/Velletri/Frascati) da Ciampino con una frequenza di un treno ogni 2 ore per Albano, e un treno ogni ora per Frascati;  1 treno l'ora su Roma Termini l'offerta per Velletri;

  • FL5 (Roma –Civitavecchia – Grosseto Pisa) un treno ogni mezz'ora; sospesi i collegamenti Roma- Ladispoli;

  • FL6 (Roma – Frosinone e Roma –Cassino ) un treno ogni mezz’ora  sospesi i collegamenti Roma Colleferro. Treni da/per Campobasso attestati a Cassino;

  • FL7 (Roma  –Formia –Napoli) garantiti collegamenti Formia-Roma e Napoli Roma, un treno ogni mezz’ora nelle fasce pendolari e un treno ogni ora nel resto della giornata; cancellati i  Roma –Latina;

  • FL8 (Roma –Nettuno) un treno ogni ora con capolinea a Roma Termini;

L’offerta di servizi ferroviari potrà essere ulteriormente modificata in base all'evolversi delle condizioni meteo. Restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutta la Regione per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

27 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 19.00
Alla luce del bollettino meteo emanato dalla Protezione Civile, permane lo stato di emergenza grave per gelo nell’area e nel nodo ferroviario di Roma.

Per la giornata di domani 28 febbraio sarà garantito l’80% dei treni alta velocità. Sul fronte del trasporto regionale, nel Lazio l’offerta dei servizi passerà dal 50% dei treni circolati oggi al 70%.

La riduzione si rende necessaria, stante le previsioni di un forte abbassamento termico, per consentire un più contenuto utilizzo dell’infrastruttura a garanzia di una sua maggiore e continua efficienza, in special modo nei punti nevralgici di Roma Termini e del nodo di Roma.

Nel corso della giornata di domani RFI renderà noti gli aggiornamenti sulla situazione in atto e le misure previste per i prossimi giorni, in relazione all’evoluzione metereologica.

Programma treni regionali Campania - 28 febbraio 2018

27 FEBBRAIO 2018 - RFI - AGGIORNAMENTO ORE 14.00
Circolazione regionale Puglia
Attivo il piano neve emergenza lieve sulle linee:

  • Bari-Foggia: cancellati i treni metropolitani tra Molfetta e Mola di Bari. I viaggiatori potranno utilizzare i treni della relazione Barletta-Fasano e quelli della relazione Lecce-Bari-Foggia che effettueranno fermate straordinarie;

  • Foggia - Termoli: possibili ritardi e cancellazioni;

  • Bari – Taranto: cancellati tutti i treni della relazione Bari – Gioia del Colle. I viaggiatori potranno utilizzare i treni della relazione Bari-Taranto che effettueranno fermate straordinarie.

Potenziato per il rientro del pomeriggio il presidio di assistenza nella stazione di Bari Centrale. Informazioni anche a bordo dei treni regionali.

27 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 13.00
Circolazione regionale Lazio
La circolazione dei treni regionali del Lazio sta procedendo in coerenza con quanto definito e comunicato nel pomeriggio di ieri, con una riduzione dell’offerta ordinaria di circa il 50% come previsto dal piano di emergenza grave per neve e gelo di RFI, gestore dell’ infrastruttura ferroviaria. Sulla Roma – Formia – Napoli il traffico ha subito rallentamenti in mattinata a causa della forte nevicata che ha interessato l’area e il nodo ferroviario di Napoli.

La programmata riduzione si è resa necessaria, stante le previsioni metereologiche diramate dalla Protezione Civile di un forte abbassamento termico, per consentire un più contenuto utilizzo dell’infrastruttura a garanzia di una sua maggiore e continua efficienza, in special modo nei punti nevralgici di Roma Termini e del nodo di Roma.

Di seguito la situazione linea per linea:

  • LEONARDO EXPRESS:  effettuati tutti i collegamenti programmati

  • FL1 (Orte – Monterotondo –Roma –Fiumicino) un treno ogni mezz’ora da e per Monterotondo/ Fiumicino. Il servizio si è svolto come programma con qualche rallentamento per forte affluenza di viaggiatori a Fiera di Roma dove si svolgeva un concorso pubblico

  • FL2 (Roma –Tivoli –Sulmona) garantiti i collegamenti da e per Roma Tiburtina/Tivoli/Lunghezza; Il servizio si è svolto come da programma, ma con ritardi sino a 40 minuti dalle ore 06.00 alle ore 08.20  per un guasto all’infrastruttura nella stazione di Guidonia

  • FL3 (Roma –Viterbo) un treno ogni mezz’ora da Ostiense - Cesano; interrotta la tratta Cesano – Viterbo e sospesi i collegamenti Roma - Viterbo. Il servizio si è svolto come da programma, con una cancellazione alle ore 6.30 a causa di un problema tecnico al treno.

  • FL4 (Roma –Albano/Velletri/Frascati) tutti i treni partono da Ciampino con una frequenza di un treno ogni ora per Albano, un treno ogni ora per Frascati e un treno ogni ora per Velletri;

  • FL5 (Roma –Civitavecchia – Grosseto Pisa) un treno ogni ora; sospesi i collegamenti Roma- Ladispoli. Il servizio si è svolto come da programma

  • FL6 (Roma – Frosinone e Roma –Cassino ) un treno ogni mezz’ora  sospesi i collegamenti Roma Colleferro. Il servizio si è svolto regolarmente, qualche  ritardo dovuto alle coincidenze per viaggiatori provenienti dai Castelli.

  • FL7 (Roma  –Formia –Napoli) garantiti collegamenti Formia-Roma e Napoli Roma, un treno ogni mezz’ora nelle fasce pendolari e un treno ogni ora nel resto della giornata; cancellati i  Roma –Latina. Il servizio si è svolto come da programma nelle prime ore della mattina poi, a causa della nevicata che ha interessato il nodo di Napoli e i conseguenti rallentamenti, i treni hanno iniziato a registrare ritardi. Ritardi che stanno gradualmente riducendosi perché ora nel  Nodo di Napoli è stata ripristinata completamente l'efficienza dell'infrastruttura.

  • FL8 (Roma –Nettuno) un treno ogni mezz’ora con capolinea a Campoleone. Il servizio ha subito variazioni con ritardi e soppressioni a seguito di un guasto dell’infrastruttura a Campo Di Carne.

L’offerta di servizi ferroviari potrà essere ulteriormente modificata in base all'evolversi delle condizioni meteo. Restano attivi i piani neve e gelo.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutta la Regione per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

27 FEBBRAIO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO ORE 12.30
A causa delle nevicate che stanno interessando l’Appennino tosco-romagnolo fino a quote di pianura in Romagna, si registrano rallentamenti sulla strada statale 3bis (E45) tra Canili e Ravenna, dove si circola con catene montate o pneumatici invernali.

I mezzi pesanti in direzione Roma vengono fermati a Cesena, mentre quelli diretti a Ravenna, che in mattinata venivano fermati a Sansepolcro (AR), vengono ora bloccati a Pierantonio (PG) per evitare incolonnamenti sul tratto toscano. È in corso l’attivazione di filtri negli svincoli intermedi per consentire l’ingresso in E45 ai veicoli leggeri dotati dei presidi invernali obbligatori.

Mezzi sgombraneve e spargisale sono in azione lungo l’intera tratta per consentire il ripristino della normale circolazione, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play

AGGIORNAMENTO - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 11.30 

La circolazione ferroviaria è in graduale ripresa nel nodo ferroviario di Napoli. Stamani è stata condizionata dalle difficili condizioni metereologiche e precipitazioni nevose che hanno interessato la città.

Per le corse ferroviarie che attraversano l’area napoletana, sono previste limitazioni nell’offerta ordinaria. Fino alle 14 alcuni treni a lunga percorrenza diretti e provenienti da Salerno e oltre non raggiungeranno Napoli Centrale facendo fermata a Villa Literno, da dove i viaggiatori potranno raggiungere il capoluogo partenopeo con i treni regionali.  

Nel nodo di Roma, è confermata l’offerta di servizi ferroviari come da programmazione annunciata e comunicata ieri, con la circolazione dell’80% dei treni alta velocità e il 50% dei treni regionali del Lazio.

Per tutto il giorno i treni alta velocità provenienti o diretti a Napoli, Salerno e oltre, che non hanno quindi Roma Termini come capolinea, non entreranno a Termini, facendo però fermata e svolgendo servizio di salita e discesa viaggiatroi a Roma Tiburtina.

Confermato anche per oggi il rimborso integrale del biglietto a chi dovesse rinunciare al viaggio. Come richiedere il rimborso


27 FEBBRAIO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO ORE 11.00

A causa dell'incolonnamento di mezzi pesanti al casello dell'Autostrada A14, è temporaneamente e provvisoriamente interdetto l'accesso alla NSA 313 complanare di San Lazzaro a Bologna.

Sul posto sono presenti le squadre Anas per la gestione della viabilità e sono in corso le attività di coordinamento da parte di Polizia Stradale e Carabinieri per lo stoccaggio e il filtraggio dei mezzi pesanti in base all'ordinanza prefettizia in vigore.

27 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 9.00
Circolazione ferroviaria al momento fortemente rallentata nel nodo di Napoli, a causa del peggioramento della situazione meteorologica e per le abbondanti precipitazioni nevose in corso.

In linea con il livello di emergenza dei piani neve e gelo, i servizi alta velocità tra Napoli e Roma vengono ridotti.

Anche il traffico regionale in Campania è fortemente ridotto.

Nel nodo di Roma, è confermata l’offerta di servizi ferroviari come da programmazione, con l’80% dei treni alta velocità e il 50% dei treni regionali del Lazio. Potenziati i presidi di assistenza in tutti i principali nodi metropolitani. Tutti i treni ad alta velocità in circolazione, in arrivo e partenza da Roma, fermeranno a Roma Tiburtina e non a Roma Termini.

26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 21.00

A causa del persistere dell’emergenza meteo, per la giornata di domani, martedì 27 febbraio, sarà garantito il 50% dei treni del trasporto regionale nel Lazio.

Nel dettaglio:

  • LEONARDO EXPRESS:  saranno effettuati tutti i collegamenti

  • FL1 (Orte – Monterotondo –Roma –Fiumicino) un treno ogni mezz’ora da e per Monterotondo/ Fiumicino. Con rinforzi nelle fasce pendolari

  • FL2 (Roma –Tivoli –Sulmona) garantiti i collegamenti da e per Roma Tiburtina/Tivoli/Lunghezza; sospesi Roma/Sulmona/Avezzano;

  • FL3 (Roma –Viterbo) un treno ogni mezz’ora da Ostiense - Cesano; sospesi i Viterbo - Roma

  • FL4 (Roma –Albano/Velletri/Frascati) tutti i treni partono da Ciampino con una frequenza di un treno ogni ora per Albano, untreno ogni ora per Frascati e 1 treno ogni mezz’ora , nelle fasce di punta per Velletri;

  • FL5 (Roma –Civitavecchia – Grosseto Pisa) un treno ogni ora. Sospesi i collegamenti Roma- Ladispoli

  • FL6 (Roma – Frosinone e Roma –Cassino ) un treno ogni mezz’ora  sospesi i collegamenti Roma Colleferro

  • FL7 (Roma  –Formia –Napoli) garantiti collegamenti Formia-Roma e Napoli Roma, un treno ogni mezz’ora nelle fasce pendolari e un treno ogni ora nel resto della giornata ;sospesi Roma -LATINA

  • FL8 (Roma –Nettuno) un treno ogni mezz’ora con capolinea a Campoleone

  • I regionali veloci provenienti dall’Umbria (ad esclusione di cinque regionali veloci cancellati) e dalle Marche saranno tutti garanti. Sospesi i collegamenti diretti Rieti –Roma

Martedì 27 febbraio 2018 modifiche alla circolazione previste anche nelle Regioni Abruzzo, Marche e Campania:

26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 19.00
La situazione del traffico ferroviario sul nodo di Roma

Nel nodo di Roma e sulle linee che afferiscono nella Capitale, la circolazione ferroviaria risulta ancora rallentata, a causa degli effetti prodotti dalle precipitazioni nevose della mattinata. Di seguito il dettaglio dei provvedimenti adottati in seguito all’attivazione del piano di emergenza neve e gelo e la situazione della circolazione.

I clienti di Trenitalia che nel corso della mattina hanno rinunciato al loro viaggio sui treni della lunga percorrenza, coinvolti nei rallentamenti causati dal maltempo, hanno ricevuto e hanno diritto al rimborso integrale del biglietto.

Anche a chi ha comunque viaggiato ed è giunto a destinazione con un ritardo superiore alle tre ore, Trenitalia riconoscerà il rimborso integrale, anziché l’indennità del 50% prevista dalle normative europee.

A causa del persistere dell’emergenza meteo, per la giornata di martedì 27 febbraio tutti i treni alta velocità in arrivo e partenza da Roma fermeranno nella stazione Roma TiburtinaIn linea con il livello di emergenza previsto dai Piani neve e gelo, sarà garantito l’80% dei treni alta velocità e il 50% dei treni del trasporto regionale nel Lazio

Rete Ferroviaria Italiana invita i viaggiatori a informarsi prima di mettersi in viaggio e a consultare la situazione del traffico ferroviario sul sito web di RFI.

La circolazione dei treni:

  • Alta Velocità: la circolazione è rallentata, con ritardi medi di 150 minuti in entrambe le direzioni. I treni alta velocità da e per Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina e non a Roma Termini.

  • Intercity: disposte cancellazioni dei collegamenti da e per Roma.

  • Roma - Fiumicino Aeroporto: i collegamenti no stop Leonardo Express procedono con una corsa ogni 30 minuti, i treni della FL1 circolano con una frequenza di un treno ogni ora.

  • FL2 Roma - Sulmona: collegamenti attivi da/per Roma Tiburtina, con ritardi medi di 60 minuti. Cancellati i servizi da/per Roma Termini.

  • FL3 Roma - Viterbo: circolazione sospesa tra Viterbo e Cesano e tra Orte e Viterbo. Traffico rallentato tra Roma e Cesano, con ritardi fino a 60 minuti.

  • FL4 Roma - Castelli: tutti i treni partono e arrivano a Ciampino, con ritardi fino a 30 minuti.

  • FL5 Roma - Civitavecchia: circolazione rallentata per un guasto alla linea di alimentazione elettrica tra Palidoro e Ladispoli, ritardi medi di 60 minuti.

  • FL6 Roma - Cassino: circolazione fortemente rallentata, con ritardi fino a 120 minuti. Cancellati i servizi da/per Frosinone e Colleferro.

  • FL7 Roma - Formia: circolazione fortemente rallentata, con ritardi fino a 180 minuti.

  • FL8 Roma - Nettuno: i servizi da/per Nettuno vengono attestati a Campoleone. Circolazione rallentata con ritardi fino a 30 minuti.


I PROVVEDIMENTI SULLA CIRCOLAZIONE DI TRENITALIA


26 FEBBRAIO 2018 - ANAS

Continua senza sosta l’impiego di uomini e mezzi Anas, a lavoro dalla notte scorsa per fronteggiare l'ondata di gelo e neve, e per garantire la transitabilità  in piena sicurezza, con mezzi spargisale e spazzaneve, su tutta la rete stradale e autostradale di competenza con un monitoraggio costante della viabilità dalla Sala situazioni di Roma e dalle sale operative dislocate sull'intero territorio nazionale.

Al lavoro intenso, ancora in corso in diverse regioni per liberare le strade dalla neve, si aggiungono anche gli interventi di prevenzione per la formazione di ghiaccio sul piano viabile in previsione del calo delle temperature.

Nel  Lazio nelle prossime ore i mezzi spargisale di Anas saranno attivi sull'A90 "Grande Raccordo Anulare" e sull'A91 "Roma-Fiumicino" per interventi capillari di salatura che possano evitare la formazione di lastre di ghiaccio e garantire la massima sicurezza alla circolazione. Nelle ultime ore sia il Gra che la Roma Fiumicino sono stati sempre percorribili, nonostante la neve copiosa e la forte ondata di maltempo.

Sempre nel Lazio è stata riaperta al traffico la strada statale SS1BIS ‘Via Aurelia’ chiusa in mattinata a  causa delle forti nevicate in località Tarquinia.

La circolazione al momento non fa registrare particolari criticità, anche se sono possibili rallentamenti della circolazione causati soprattutto dalla presenza di neve e per consentire l'intervento dei mezzi spazzaneve

Dopo le nevicate nelle regioni settentrionali con il passare delle ore l'ondata di maltempo si sta concentrando nelle Marche, in Abruzzo, sul versante adriatico fino in Puglia, nel Lazio e nelle zone interne di Campania, Molise e Basilicata.  Nelle Marche si segnala l’obbligo di catene per i mezzi che transitano sulla strada statale 76 ‘della Valle d’Esino’ a Fabriano e sulla strada statale 73bis “di Bocca Trabaria” nella zona Urbino, dove sono in azione i mezzi Anas . È stato riaperto, invece, il tratto della strada statale 360 ‘Arceviese’ chiuso in mattinata  per un veicolo intraversato.

In Piemonte permane la chiusura della strada statale 21 ‘Della Maddalena’ tra  Argentera e il confine di Stato, per nevicate in atto. È stato riaperto nella tarda mattinata il Tunnel di Tenda  sulla strada statale 20 “del Colle di Tenda e di Valle Roja” , in località Limone Piemonte, chiuso ieri  a causa delle forti nevicate sul versante francese.

Sul tratto campano dell’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ tra gli svincoli di Fisciano e Eboli il transito è regolare ed è consentito ai tutti i  veicoli muniti di dotazioni antisdrucciolevoli e ai soli  veicoli leggeri tra gli svincoli di Eboli e Sibari . Sul tratto calabrese dell'A2 tra gli svincoli di Sibari e Falerna la circolazione è regolare e non si segnalano criticità per maltempo, ma permane l'obbligo di catene a bordo.

In Sicilia, per nevicate in atto, traffico rallentato con  mezzi Anas in azione sulla strada statale 289 ‘di Cesaro’ , tra i km 49,000 e 26,000 in località Cesarò

In Sardegna, per condizioni meteo avverse, si segnalano rallentamenti sulla Statale 198 "di Seui e Lanusei" tra i km  35,000 e 99,001 in località Sadali. Traffico regolare sulle altre arterie, ma con mezzi operativi  per tutta la durata dell’allerta meteo. Permane l`obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sulla strada statale 131 “Carlo felice” nelle province di Nuoro e Sassari, dal km 137,900 al km 179,500, in particolare nel tratto di Campeda.

Anas ricorda l’obbligo di catene a bordo (o montate dove necessario) o di pneumatici invernali, in vigore sulle strade statali maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play


26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 13.00
Circolazione ferroviaria ancora fortemente rallentata nel nodo di Roma e sulle linee che afferiscono alla Capitale, a causa delle precipitazioni nevose.

Tutti i treni ad Alta Velocità fermano a  Roma Tiburtina
. La fermata di Roma Termini è garantita per i treni con origine o termine corsa a Roma Termini. Da Roma Termini a Roma Tiburtina è possibile utilizzare la linea della metropolitana B di Atac.

I clienti di Trenitalia che nel corso della mattina hanno rinunciato al loro viaggio sui treni della lunga percorrenza, coinvolti nei rallentamenti causati dal maltempo, hanno ricevuto e hanno diritto al rimborso integrale del biglietto. Anche a chi ha comunque viaggiato ed è giunto a destinazione con un ritardo superiore alle tre ore, Trenitalia riconoscerà il rimborso integrale, anziché l’indennità del 50% prevista dalle normative europee.

Di seguito il dettaglio dei provvedimenti adottati in seguito all’attivazione del piano di emergenza neve e gelo e la situazione della circolazione.

  • Alta velocità: la circolazione è rallentata, con ritardi medi di 150 minuti in entrambe le direzioni.

  • Intercity: disposte cancellazioni dei collegamenti da e per Roma.

  • Roma – Fiumicino Aeroporto: i collegamenti no stop Leonardo Express riprendono dalle 14 circa con una corsa ogni 30 minuti, i treni della FL1 circolano con una frequenza di un treno ogni 2 ore.

  • FL2 Roma – Sulmona: collegamenti attivi da/per Roma Tiburtina, con ritardi medi di 20 minuti. Cancellati i servizi da/per Roma Termini.

  • FL3 Roma – Viterbo: circolazione sospesa tra Viterbo e Cesano e tra Orte e Viterbo. Traffico rallentato tra Roma e Cesano, con ritardi fino a 120 minuti.

  • FL4 Roma - Castelli: tutti i treni partono e arrivano a Ciampino, con ritardi fino a 30 minuti.

  • FL5 Roma – Civitavecchia: al momento circolazione rallentata per un guasto alla linea di alimentazione elettrica tra Palidoro e Ladispoli, ritardi medi di 60 minuti.

  • FL6 Roma – Cassino: circolazione fortemente rallentata, con ritardi fino a 200 minuti. Cancellati i servizi da/per Frosinone e Colleferro.

  • FL7 Roma – Formia: circolazione fortemente rallentata, con ritardi fino a 180 minuti.

  •  FL8 Roma – Nettuno: i servizi da/per Nettuno vengono attestati a Campoleone. Circolazione rallentata con ritardi fino a 200 minuti.

  • Sul resto della rete nazionale il traffico non registra particolari criticità ma l’attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide.

26 FEBBRAIO 2018 - ANAS

La circolazione al momento non fa registrare particolari criticità, anche se si segnalano rallentamenti causati dalla presenza di neve e  per mezzi operativi in azione, soprattutto sui tratti montani e di valico.

Le regioni particolarmente interessate dalle nevicate delle ultime ore sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte  Sicilia, Sardegna ,Toscana e Valle d'Aosta 

Nelle Marche, è stato riaperto il tratto della strada statale 360 ‘Arceviese’ chiuso in precedenza  per un veicolo intraversato e permane la chiusura lungo la strada statale 76 ‘della Valle d’Esino’ a Fabriano. In azione i mezzi Anas.

In Piemonte è stato riaperto il Tunnel di Tenda  sulla strada statale 20 “del Colle di Tenda e di Valle Roja” ,  a Limone Piemonte, chiuso ieri  a causa delle forti nevicate sul versante francese.
Sempre in Piemonte, per nevicate in atto, chiusa anche la strada statale 21 ‘Della Maddalena’ tra  Argentera e il confine di Stato.

In Calabria lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ la circolazione è regolare, ma si segnalano nevicate  nel tratto campano tra Fisciano e Salerno dove il traffico è consentito ai soli veicoli leggeri muniti di dotazioni antisdrucciolevoli. Al momento traffico bloccato tra gli svincoli di Salerno Fratte e Salerno centro per veicolo intraversato nei pressi dello svincolo di Cava dei Tirreni, sul tratto della Napoli-Pompei-Salerno. 

Nel Lazio dove sono in atto delle forti nevicate dalla notte scorsa, i mezzi spazzaneve sono in azione ma non si registrano particolari criticità  lungo il ‘GRA’ Grande Raccordo Anulare, lungo l’Autostrada A91 ‘Roma Aeroporto di Fiumicino’ e lungo la strada statale 675 ‘Umbro Laziale a Orte.

Sempre nel Lazio, traffico al momento bloccato, in entrambe le direzioni, sulla strada statale SS1BIS ‘Via Aurelia’ a  causa delle forti nevicate in località Tarquinia.

In Sicilia, traffico regolare,  mezzi all’opera per operazioni di prevenzione sulla strada statale 289 ‘di Cesaro’  in località San Teodoro e sulla strada statale 120 ‘dell’Etna e delle Madonie’ nel tratto tra  in provincia di Messina. Rallentamenti e mezzi in azione sul tratto tra Palermo e Alcamo Ovest dell’Autostrada  A29 ‘Palermo Mazara del Vallo.

In Sardegna, si segnala traffico regolare con mezzi all’opera, in vigore per tutta la durata dell’allerta meteo l`obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sulla strada statale 131 “Carlo felice” nelle province di Nuoro e Sassari, dal km 137,900 al km 179,500, in particolare nel tratto di Campeda.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play


26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 11.00
LA SITUAZIONE METEO NEL LAZIO

La circolazione ferroviaria nel Lazio è fortemente rallentata a causa delle precipitazioni nevose che hanno interessato la Regione.

Nello specifico:

LEONARDO EXPRESS: al momento il servizio è sospeso;

FL1 (Orte – Monterotondo –Roma –Fiumicino) garantito un treno ogni ora da e per Monterotondo/ Fiumicino. Da Orte per Roma si utilizzano i treni  regionali veloci che circolano sulla linea convenzionale che fermano in tutte le stazioni fino a Roma;

FL2 (Roma –Tivoli –Sulmona) garantiti i collegamenti da e per Roma Tiburtina,  sospesi quelli da e per Roma Termini;

FL3 (Roma –Viterbo) un treno ogni ora da Ostiense/Monterotorndo - Cesano;

FL4 (Roma –Albano/Velletri/Frascati) tutti i treni partono da Ciampino;

FL5 (Roma –Civitavecchia) è in corso la riprogrammazione del servizio per garantire un treno ogni ora;

FL6 (Roma –Cassino) solo collegamenti  Cassino –Roma e viceversa

FL7 (Roma –Latina –Formia –Napoli) solo collegamenti Formia-Roma e Napoli _Roma;

FL8 (Roma –Nettuno) un treno ogni ora con capolinea a Campoleone -Nettuno.


L’offerta di servizi ferroviari potrà essere ulteriormente modificata in base all'evolversi delle condizioni meteo. Restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutta la Regione per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

Informazioni su FSNewsRadio e su twitter - @FSnews_it - e consultando la sezione infomobilità del sito di RFI.


26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 9.30

Circolazione ferroviaria ancora fortemente rallentata nel nodo di Roma, a causa delle precipitazioni nevose che stanno bloccando alcuni scambi nelle stazioni del nodo.

Attualmente si registrano ritardi medi di 120 minuti. I treni alta velocità provenienti da Nord e in proseguimento su Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina e non a Roma Termini. Al momento sono sospesi i collegamenti no stop del Leonardo Express tra Roma Termini e l’Aeroporto di FiumicinoIl traffico è fortemente rallentato anche su tutte le linee del Lazio che afferiscono alla Capitale.

Sul resto della rete nazionale il traffico non registra particolari criticità ma l’attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide. L’offerta di servizi ferroviari potrà subire ulteriori modifiche e riduzioni, restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutto il territorio nazionale per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

Trenitalia ha potenziato i servizi di assistenza ai clienti e sta riprogrammando, laddove necessario, i servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni.

Informazioni su FSNewsRadio e su twitter - @FSnews_it - e consultando la sezione infomobilità del sito di RFI.


26 FEBBRAIO 2018 - ANAS 

Sono in corso senza sosta le attività di Anas per garantire la transitabilità sulla rete stradale di competenza, durante la prevista ondata di freddo e maltempo segnalata dal Dipartimento della Protezione Civile, che sta interessando la Penisola con  precipitazioni di carattere nevoso, anche a quote di pianura.

Mezzi spargisale e sgombraneve sono già in azione, soprattutto in Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Valle d'Aosta.

La circolazione è al momento generalmente regolare sulle strade statali e sulle autostrade in gestione Anas. Sono possibili rallentamenti per mezzi operativi in azione, soprattutto sui tratti montani e di valico.

In Calabria lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ la circolazione è regolare, si segnalano nevicate in atto  tra Fisciano e Salerno dove il traffico è consentito ai soli veicoli leggeri muniti di dotazioni antisdrucciolevoli.

In Piemonte permane  la chiusura del Tunnel di Tenda  sulla strada statale 20 “del Colle di Tenda e di Valle Roja” ,  a Limone Piemonte, , a causa di forti nevicate e tormente in corso e per pericolo valanghe sul versante francese. Il traffico è deviato lungo il percorso alternativo su Autostrada A6 'Torino Savona' e A10 'Savona Ventimiglia.

Sempre in Piemonte, per nevicate in atto, chiusa anche la strada statale 21 ‘Della Maddalena’ tra  Argentera e il confine di Stato.

Nel Lazio dove sono in atto delle forti nevicate dalla notte scorsa, i mezzi spazzaneve sono in azione ma non si registrano particolari criticità  lungo il ‘GRA’ Grande Raccordo Anulare, lungo l’Autostrada A91 ‘Roma Aeroporto di Fiumicino’ e lungo la strada statale 675 ‘Umbro Laziale a Orte. Sempre nel Lazio, traffico al momento bloccato, in entrambe le direzioni, sulla strada statale SS1BIS ‘Via Aurelia’ a  causa delle forti nevicate in località Tarquinia.

Anas ricorda inoltre l’obbligo di catene a bordo (o montate dove necessario) o di pneumatici invernali, in vigore sulle strade statali maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play


26 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 7.00

Circolazione ferroviaria al momento fortemente rallentata, a tratti ferma, nel nodo di Roma, a causa delle precipitazioni nevose che stanno bloccando alcuni scambi nelle stazioni del nodo. Il traffico è fortemente rallentato anche su tutte le linee del Lazio che afferiscono alla Capitale, sulla Siena – Grosseto e sulla Verona – Modena. Sul resto della rete nazionale il traffico non registra particolari criticità ma l’attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide.

L’offerta di servizi ferroviari potrà subire ulteriori modifiche e riduzioni, restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutto il territorio nazionale per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervenendo anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

Trenitalia ha potenziato i servizi di assistenza ai clienti e sta riprogrammando, laddove necessario, i servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni.

23 FEBBRAIO 2018 - RFI, TRENITALIA - AGGIORNAMENTO ORE 16.00
Confermata la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie.

Proseguono comunque le attività delle società operative del Gruppo FS Italiane per fronteggiare, in base alle informazioni dei bollettini della Protezione Civile, il previsto peggioramento delle condizioni meteorologiche. I servizi commerciali potranno subire modifiche, in base al peggioramento delle condizioni meteo.

23 FEBBRAIO 2018 - ANAS - AGGIORNAMENTO ORE 12.00
Proseguono le attività di Anas per garantire la transitabilità sulla rete stradale di competenza, durante la prevista ondata di freddo e maltempo segnalata dal Dipartimento della Protezione Civile, che interesserà la Penisola nel fine settimana con possibili precipitazioni di carattere nevoso, anche a quote di pianura.

Mezzi spargisale e sgombraneve sono già in azione, soprattutto in Piemonte, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo.

La circolazione è al momento generalmente regolare sulle strade statali e sulle autostrade in gestione Anas. Sono possibili rallentamenti per mezzi operativi in azione, soprattutto sui tratti montani e di valico.

In Piemonte si segnale che sulla strada statale 21 “del Colle della Maddalena” è chiuso il tratto tra Argentera e il confine di Stato, in accordo con le Autorità francesi, a causa di forti nevicate e tormente in corso.

Anas ricorda inoltre l’obbligo di catene a bordo (o montate dove necessario) o di pneumatici invernali, in vigore sulle strade statali maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Nella sezione “Piani e interventi” del sito Anas è possibile conoscere tutti i tratti lungo i quali è in vigore l'obbligo di dotazioni invernali e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.

Informazioni anche al numero verde "Pronto Anas" 800.841.148 e sull'app “VAI” di Anas disponibile su App Store e Google Play

22 FEBBRAIO 2018
In seguito al bollettino diramato dalla Protezione Civile, che segnala un peggioramento delle condizioni meteorologiche con precipitazioni nevose e abbassamento delle temperature su gran parte dell’Italia, le società del Gruppo FS Italiane, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, hanno attivato i “Piani neve e Gelo”.

Al momento, è confermata la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie.

I servizi commerciali potranno subire modifiche in base al peggioramento delle condizioni meteo.

Queste le azioni messe in campo da RFI:

  • presidiati con tecnici gli impianti nevralgici, con particolare attenzione ai nodi ferroviari urbani;

  • per le linee ferroviarie, predisposto il piano di lubrificazione dei cavi elettrici e di corse raschiaghiaccio, per mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni;

  • nelle stazioni, attivati sistemi di snevamento e riscaldamento degli scambi;

  • approntati i mezzi spazzaneve per la pulizia dei binari nei punti nevralgici della rete;

  • incrementata la presenza del personale ferroviario con turni articolati nelle 24 ore, per l’intero periodo dell’emergenza. Il personale sarà supportato anche dagli addetti delle ditte appaltatrici;

  • attivati i Centri operativi regionali per il monitoraggio in tempo reale del traffico ferroviario in coordinamento con la Sala Operativa nazionale di Roma.

Il “Piano neve e Gelo” di Trenitalia prevede il potenziamento dei servizi di assistenza ai clienti e, in caso di peggioramento delle condizioni meteo e di fenomeni di particolare intensità, la riprogrammazione dei servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni e cadenzamento orario, oltre a specifiche misure tecniche e organizzative per garantire la regolarità del servizio ripianificato.

Inoltre, sono previste azioni per preservare l’efficienza di locomotori e automotrici e il regolare funzionamento dei sistemi di sicurezza, delle porte delle vetture, degli impianti di riscaldamento.

Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad aggiornarsi e informarsi sulla situazione traffico ferroviario, in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso questo sitoFSNewsRadiol’account twitter @FSnews_it e la sezione infomobilità del sito di RFI.

Da parte di Anas, è stato attivato un piano di comunicazione e di monitoraggio delle aree interessate dagli avvisi di condizioni meteo avverse.
 A tal proposito, si evidenzia l’obbligo di catene a bordo, o montate, dove previsto, o di pneumatici invernali sulle strade statali maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Sul sito stradeanas.it alla pagina “Piani e interventi” è possibile conoscere tutti i tratti lungo i quali è in vigore l'obbligo di dotazioni invernali e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.

Il traffico già a partire da domani, potrebbe essere più intenso in corrispondenza delle principali direttrici stradali e autostradali.

Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800.841.148.