• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Accessibilità del trasporto ferroviario regionale: FS incontra le associazioni dei consumatori e delle persone con disabilità

Un confronto sulle modalità di coinvolgimento delle associazioni nella presentazione dei piani regionali di accessibilità come da delibera dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) n. 16/2018

 

Roma, 6 febbraio 2019

Si è svolto oggi a Roma, presso la sede centrale del Gruppo FS Italiane, un tavolo di confronto per discutere della delibera dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) n. 16/2018 che regola le condizioni minime di qualità dei servizi del trasporto ferroviario regionale, in diversi ambiti, tra cui l’accessibilità dei mezzi e delle infrastrutture al pubblico (con particolare riferimento alle persone a mobilità ridotta). A partecipare i rappresentanti di Trenitalia e RFI, società di FS Italiane, i referenti dei Rapporti con le Associazioni e degli Affari Regolatori del Gruppo e le principali associazioni nazionali dei consumatori e federazioni delle persone con disabilità.

La delibera dell’ART si applica ai contratti di servizio stipulati successivamente al 9 febbraio 2018, per cui le prossime Regioni interessate saranno Sicilia, Puglia, Umbria e Lazio. L’incontro odierno ha rappresentato un momento di informazione e condivisione di metodo che troverà poi declinazione regionale con le rappresentanze territoriali della Associazioni e le Amministrazioni regionali. La misura 13 della delibera chiede, infatti, a Trenitalia di predisporre un Piano condiviso con la Regione, coinvolgendo il gestore dell’infrastruttura e le rappresentanze locali dei consumatori e delle associazioni di passeggeri con disabilità e a ridotta mobilità.

La tavola rotonda è stata l'occasione per presentare lo status quo e gli obiettivi prefissati per il 2021 per il miglioramento dell’accessibilità delle stazioni, dall’esterno fino al binario, e della flotta di treni, il cui rinnovo, iniziato con i Jazz e gli Swing, proseguirà con i nuovi Rock e Pop. In quest'ambito il Gruppo FS Italiane ha avviato, da settembre 2017, un proficuo confronto con le associazioni che ha permesso di migliorare i servizi offerti dai nuovi treni regionali, rendendo i convogli più performanti e accessibili rispetto alle linee guida obbligatorie previste nella normativa europea.