Gruppo Ferrovie dello Stato

Logo Ferrovie dello Stato

Moretti: “Su Roma Tiburtina stiamo garantendo i treni previsti”

Aggiunte sette coppie di treni straordinari, esauriti i posti in offerta. Rispettati i tempi programmati per l’inaugurazione della nuova stazione AV. Interpellato sui possibili cambiamenti del Corridoio 1 in discussione in questi giorni, l’ad delle Ferrovie Italiane ha dichiarato di aver chiesto che oltre al mantenimento del corridoio fino a Palermo, deve essere aggiunto il tratto Napoli - Bari - Lecce, come al Nord deve essere integrata la Bologna – Milano. Il contratto tra sindacai e NTV? Chiediamo pari condizioni
Roma, 29 luglio 2011 

La circolazione nella stazione di Roma Tiburtina sta tornando alla gradualità, stiamo garantendo la lunga percorrenza prevista per questo periodo e i treni regionali che abbiamo comunicato. Lo ha detto l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti, incontrando a Roma i giornalisti in occasione della firma per l'avvio dei cantieri al Terzo Valico di Giovi. “Abbiamo aggiunto sette coppie di treni straordinari - ha proseguito Moretti - e, nonostante tutto questo, abbiamo esaurito i posti, quindi rafforzeremo il programma. Dal terzo giorno dopo l'incendio non c'è stato alcun impatto e tutto sta tornando alla regolarità. Ormai la gente ha capito che il treno è conveniente”. Moretti ha confermato che saranno rispettati i tempi programmati per l’inaugurazione della nuova stazione Tiburtina, precisando che “forse ci sarà un ritardo di qualche settimana per i lavori alla pavimentazione, rovinata dal camion utilizzato per le operazioni di spegnimento dell'incendio”. 

Interpellato in merito alla realizzazione delle prossime opere infrastrutturale e sui possibili cambiamenti del Corridoio 1 in discussione in questi giorni, l’ad delle Ferrovie Italiane ha dichiarato di aver chiesto che oltre al mantenimento del corridoio fino a Palermo, deve essere aggiunto il tratto Napoli - Bari - Lecce, come al Nord deve essere integrata la Bologna - Milano. “Abbiamo chiesto di prolungare il Corridoio 24 da Genova a Ventimiglia - ha aggiunto - come la Francia lo ha chiesto da Marsiglia a Nizza, quindi sulla stessa linea. L'Europa alla Francia ha detto sì, mentre a noi ha detto no". 

Intervenendo infine sull’argomento riguardante il contratto firmato tra sindacati e NTV, Moretti ha evidenziato come il sindacato “ha sfondato una barriera che era sempre stata posta davanti a noi. Chiediamo pari condizioni - ha aggiunto - perché non è possibile pensare a pari concorrenza basata su un diverso grado di sfruttamento del lavoro. Il fatto che sia uno start up non significa nulla, non c'e' nessun settore liberalizzato con differenti termini contrattuali”.

Incendio alla Stazione Tiburtina - Cronologia delle pubblicazioni

Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità   |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2016  |  Contatti  |  Termini e Condizioni  |  cookie  |  Partita Iva 06359501001