Gruppo Ferrovie dello Stato

Logo Ferrovie dello Stato

Come recuperare gli oggetti smarriti

Tranne nel caso dei documenti, che sono immediatamente consegnati agli agenti della Polizia Ferroviaria, tutto il materiale recuperato viene gestito, secondo la stazione in cui viene ritrovato, in coerenza con quanto previsto dal Codice civile. Va detto che borse, zaini e valige rappresentano il 50 per cento circa degli oggetti dimenticati; mentre i cellulari da soli ricoprono il 10% del totale.

Nelle stazioni provviste di Deposito Bagagli e gestite società Grandi Stazioni (Gruppo FS), gli oggetti rinvenuti vengono infatti consegnati dall’Assistenza al Deposito Bagagli che rilascia uno scontrino identificativo e li tiene in custodia per 60 giorni; dopodiché sono donati ad organizzazioni umanitarie No Profit.
Per il ritiro dell’oggetto dimenticato, l’interessato dovrà recuperare lo scontrino identificativo dal personale dell’Assistenza, presentarlo al deposito bagagli e pagare la relativa tariffa.

Le stazioni gestite dalla società Grandi Stazioni e provviste di Deposito Bagagli sono: Roma Termini, Venezia Santa Lucia, Venezia Mestre, Verona Porta Nuova, Torino Porta Nuova, Genova Piazza Principe, Genova Brignole, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Napoli Centrale, Bari Centrale, Palermo Centrale.

In tutte le altre stazioni invece, gli oggetti ritrovati sono tenuti in custodia dall’Assistenza di Trenitalia che, ogni 15 giorni, li consegna all’Ufficio Oggetti Smarriti del Comune. Per la riconsegna della cosa dimenticata quindi, l’interessato potrà rivolgersi in stazione solo nei giorni immediatamente successivi al viaggio, dopodiché dovrà recarsi in Comune.

A queste disposizioni fa eccezione solo la stazione Centrale di Milano, perché storicamente la città meneghina è quella in cui viaggiatori e turisti sembrano essere più smemorati.
Per questo le Ferrovie dello Stato e il Comune hanno sottoscritto un accordo che garantisce un servizio di deposito a lungo termine degli oggetti rinvenuti. Le FS hanno concesso i locali in comodato d’uso gratuito e il Comune ha assunto in proprio la gestione del deposito, che ha aperto i battenti il 6 giugno 2007 in piazza Duca d’Aosta, nei pressi della Stazione Centrale. Qui, bagagli e oggetti vengono conservati per un anno. Poi, se non sono stati reclamati, sono messi all’asta.

Una soluzione pilota che, in presenza di specifica richiesta e di un preciso impegno da parte delle Amministrazioni comunali, le Ferrovie dello Stato sono disposte ad estendere anche ad altri comuni d’Italia.
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità   |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2016  |  Contatti  |  Termini e Condizioni  |  cookie  |  Partita Iva 06359501001