Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Logo Ferrovie dello Stato

Lombardia: dall’alleanza Trenitalia – Gruppo FNM, nasce TRENORD

Alla presenza delle massime autorità politiche locali, gli amministratori delegati delle società di trasporto coinvolte hanno presentato oggi, in conferenza stampa, il nuovo operatore italiano: il primo e più grande specializzato nel trasporto pubblico locale su ferro. Annunciato un investimento di 250 milioni di euro in nuovi treni per i pendolari
Milano, 29 aprile 2011 

Trenitalia - LeNORD diventa TRENORD. Dall’alleanza paritetica tra Trenitalia e Gruppo FNM è oggi nato ufficialmente in Lombardia il primo e più grande operatore italiano specializzato nel trasporto pubblico locale su ferro.

Giunge così a compimento il processo di unificazione tra LeNORD, l’operatore ferroviario del Gruppo FNM, e la Divisione regionale Lombardia di Trenitalia, iniziato il 4 agosto 2009.

La società gestisce 42 linee regionali e 10 suburbane nel territorio lombardo, oltre il servizio Malpensa Express che collega le stazioni di Milano Cadorna e Milano Centrale con l’aeroporto internazionale. Con 2.200 corse e oltre 650.000 viaggiatori al giorno, la rete ferroviaria lombarda è tra le più frequentate d'Europa.

L’annuncio è stato dato oggi durante una conferenza stampa cui hanno partecipato Roberto Formigoni, Presidente di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, Assessore regionale a Infrastrutture e Mobilità, Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Vincenzo Soprano, amministratore delegato di Trenitalia e presidente di Trenitalia - LeNORD, Norberto Achille, Presidente Gruppo FNM e Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di Trenitalia - LeNORD e direttore generale Gruppo FNM.

La società unica per il trasporto locale in Lombardia è stata costituita 21 mesi fa con l’obiettivo di aumentare la puntualità, ridurre le soppressioni, migliorare la pulizia e il decoro dei treni e dunque la qualità complessiva del viaggio. Alla stesura dei contratti di servizio, l’impegno assunto nei confronti del committente pubblico – Regione Lombardia – e quindi con tutti i clienti, era di mantenere su ogni linea un indice di puntualità ai cinque minuti superiore al 75% dei treni nelle ore di punta, e all’85% per tutta la giornata. Obiettivi pienamente raggiunti nel corso del 2010: puntualità media intera giornata 88,4% e nelle ore di punta 82,9% (+1% sul 2009), soppressioni medie giornaliere 19,5 (pari allo 0,9% dei treni circolanti), con una riduzione del 30% rispetto alla media del 2009, 90% dei treni (282 su 330) già soggetti a interventi di ristrutturazione e di ripristino del decoro.

In termini di minori ritardi, la nuova società ha fin qui restituito ai pendolari lombardi 2,4 milioni di ore nel 2010 rispetto al 2009, pari a 275 anni.

Il 2010, primo anno intero di attività per la joint-venture, si è chiuso positivamente con 613 milioni di ricavi, di cui 208 da traffico, e un utile di 21,7 milioni di euro che saranno completamente reinvestiti durante l’esercizio 2011 per la qualità del servizio. 

Negli ultimi 15 anni Regione Lombardia ha investito oltre 5 miliardi di euro sulle infrastrutture ferroviarie. Fra il 2001 e il 2011 sono stati acquistati 107 nuovi treni e 16 nuove locomotive per un investimento di oltre 1.080 milioni di euro. 

Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato ha dichiarato che "la nascita di TRENORD è per FS un significativo tassello nel processo di costruzione di una grande impresa europea che abbiamo avviato in questi anni. La Lombardia, dove si concentra un quarto del traffico ferroviario nazionale, è oggi per il nostro Gruppo uno dei modelli organizzativi di riferimento per il trasporto regionale. Siamo convinti che questa sia la strada migliore per sviluppare l’offerta nelle grandi aree metropolitane, incrementare l’efficienza e aumentare la qualità del servizio”.

Giuseppe Biesuz, amministratore delegato di TRENORD ha dichiarato: “In questi mesi abbiamo lavorato per ottimizzare i processi industriali, ridurre gli sprechi e le inefficienze, con il solo obiettivo di migliorare le condizioni del servizio offerto ai nostri clienti. Così oggi siamo in grado di annunciare un piano di investimenti in nuovi treni per 250 milioni completamente in autofinanziamento. Le procedure di gara – ha concluso Biesuz – partiranno nelle prossime settimane. Entro il 2015, la nostra flotta sarà costituita per oltre 2/3 da treni con età inferiore ai 10 anni, in linea con le migliori esperienze internazionali”.

“Trenitalia-LeNord" ha aggiunto Vincenzo Soprano, amministratore delegato di Trenitalia e presidente di Trenitalia - LeNORD "la joint-venture per la gestione del trasporto pubblico locale della Lombardia, costituita nel 2009 in via sperimentale, diventa oggi una realtà. TRENORD sarà un esempio di come costruire efficienti partnership con gli enti locali e funzionali accordi con le imprese ferroviarie regionali in concessione.”

“TRENORD”, ha commentato Norberto Achille, presidente del Gruppo FNM, “è il risultato di una integrazione tra un operatore territoriale, FNM, con oltre 130 anni di presenza locale e una tradizione imprenditoriale che ha garantito una solida posizione economico-finanziaria, e il maggiore operatore nazionale, FS, del quale sono note le competenze tecnologiche e operative. Ciò sicuramente consentirà alla nuova società di consolidare in Lombardia le migliori esperienze e diventare un attore di riferimento nello scenario europeo".
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità  |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2008  |  Contatti  |  Note legali  |  P.Iva 06359501001  |  Link