C’è un ristorante “aperto” e prenotabile in tutta Italia anche in questo periodo di emergenza Covid-19. È TheFork, la piattaforma numero uno in Europa per le prenotazioni online nei ristoranti, che durante il lockdown consente agli utenti tramite l’app di offrire un pasto a un’altra persona o famiglia effettuando una donazione libera al Banco Alimentare. Si tratta di un vero e proprio ristorante virtuale e solidale creato da TheFork per prenotare un pasto e regalarlo ai più bisognosi, lasciando anche un messaggio sotto forma di recensione. Il nome dell’iniziativa è Cena Sospesa, dall’usanza campana del caffè sospeso e della più recente spesa sospesa, ideata per fronteggiare le difficoltà economiche generate dalla diffusione del coronavirus. 

La Rete Banco Alimentare da 30 anni è impegnata a recuperare eccedenze da tutta la filiera, donandole poi a 7.500 strutture caritative che assistono un milione e mezzo di persone in difficoltà. Facendo fronte, durante questa emergenza, a un aumento di richieste pari al 20%, con punte del 40% nelle regioni del Sud. 

 

«Stiamo vivendo un momento di grande difficoltà ormai da diverse settimane. Ci manca incontrare i nostri cari, gli amici, uscire per una passeggiata e, perché no, godersi una cena al ristorante. Ci sono però molte persone per le quali il cibo è una necessità primaria difficile da soddisfare. La Cena sospesa nasce dalla volontà di aiutare chi ne ha più bisogno, simulando un’esperienza che speriamo torni presto a essere la normalità: prenotare una cena fuori», spiega Almir Ambeskovic, membro del board di TheFork. «La nostra missione aziendale è condividere la gioia del cibo. Ci è sembrato quindi doveroso cercare di mettere in campo tutti gli strumenti a nostra disposizione per portarla a chi ne ha più bisogno in questo momento. La prenotazione simbolica al ristorante Cena Sospesa vuole essere sia un augurio affinché tutto torni alla normalità quanto prima, sia un’azione concreta a supporto del Banco Alimentare», prosegue Ambeskovic. 

«Chi vive in una condizione precaria deve continuare a ricevere sostegno e vicinanza in questa emergenza», precisa Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare. «Ogni nostro sforzo è teso a garantire il più possibile un servizio regolare e per questo siamo grati a TheFork e a tutti coloro che aderiranno all’iniziativa, scegliendo di donare un pasto a chi non può permetterselo».

 

Ma come donare una Cena Sospesa? Bastano pochi clic: dall’app di TheFork si va sulla scheda del ristorante virtuale Cena sospesa selezionando il primo orario disponibile per prenotare e, una volta completata la prenotazione, bisogna tornare sulla homepage e, aggiornando la pagina, cliccare su “Paga” scegliendo l’importo che si vuole donare. Grazie al sistema TheFork Pay la donazione avviene direttamente dall’app e in modo assolutamente sicuro.

Articoli correlati