Linea Merano - Malles: società STA affida a RFI servizi ingegneria per il potenziamento infrastrutturale

Convenzione siglata a Roma dal Presidente Martin Ausserdorfer e dall’Amministratore Delegato Maurizio Gentile

Roma, 20 aprile 2016

Strutture Trasporto Alto Adige (STA) affida a Rete Ferroviaria Italiana i servizi di ingegneria ferroviaria per il potenziamento infrastrutturale e tecnologico delle proprie linee ferroviarie.

RFI fornirà il supporto tecnico/ingegneristico per progettare e installare sulla linea Merano - Malles i sistemi ferroviari di controllo del traffico ERTMS/ETCS livello 2 High Density e di comunicazione telefonica (dati e voce) GSM-Railways, con le relative interfacce, e per redigere le specifiche tecniche. 

Rete Ferroviaria Italiana fornirà anche l’assistenza tecnica per la messa in servizio dei nuovi sistemi tecnologici e per la manutenzione di primo livello della rete GSM-R.

Inoltre, RFI supporterà STA nella fase progettuale per interconnettere la linea Merano – Malles, elettrificata a 25 kVca, con il sistema di alimentazione elettrica dei treni della propria linea convenzionale.

L’accordo è stato sottoscritto a Roma da Martin Ausserdorfer, Presidente di STA e Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di RFI.

Il sistema European Rail Traffic Management System/European Train Control System (ERTMS/ETCS) di livello 2 – standard europeo per l’interoperabilità ferroviaria, operativo sulle linee Alta Velocità/Alta Capacità – nello sviluppo HD (High Density), che RFI sta installando nei nodi urbani e metropolitani, consentirà di rendere più fluida la circolazione ferroviaria, con velocità massime fino a 160 km/h, di aumentare in sicurezza la capacità di traffico (elevata frequenza dei treni con cadenzamento ravvicinato), di migliorare gli standard di regolarità e puntualità e di eliminare i cosiddetti “colli di bottiglia”. 

L’ERTMS/ETCS livello 2 HD consentirà rapide soluzioni dei degradi della circolazione ferroviaria.

Il GSM-R, che trasmette nella banda di frequenze 900 MHz e che RFI utilizza dal 2004, consente sia le tradizionali comunicazioni voce e dati sia lo scambio di informazioni tra i sistemi tecnologici di segnalamento e controllo della circolazione più avanzati. 

Primo fra tutti l’ERTMS.