Nella stazione di Brindisi rinnovato il sistema di informazione al pubblico

Investimento complessivo di 2 milioni di euro

Continua l’impegno di Rete Ferroviaria Italiana nel garantire alla clientela servizi moderni e più efficienti. Nell’ambito del progetto di ammodernamento tecnologico, entro il 2017, saranno interessate anche le stazioni di Lecce, Trani, Bisceglie e Molfetta.

Brindisi, 18 maggio 2017

Attivo da oggi nella stazione di Brindisi un nuovo sistema di informazioni al pubblico che garantirà ai viaggiatori informazioni più capillari, complete e tempestive.

Nell'atrio biglietteria due fasce a LED ad alta luminosità forniscono informazioni sulla circolazione dei treni in arrivo e partenza, insieme a undici monitor da 32 pollici ad alta definizione distribuiti negli ambienti aperti al pubblico fra i marciapiedi, atrio biglietteria e sala d’attesa. Due totem informativi mono-facciali in tecnologia TFT da 65 pollici sono attivi nell’atrio biglietteria e nell’area di accesso al sottopasso.

Quattro moderni teleindicatori di binario nei sottopassi e otto tele-indicatori nei marciapiedi di stazione, sostituiscono le periferiche a palette con funzionamento elettromeccanico. Le nuove periferiche video forniscono informazioni, anche a scorrimento, sul tipo di treno, la destinazione, l'orario di partenza, eventuale ritardo e informazioni a scorrimento su fermate intermedie e composizione del treno.

I viaggiatori, inoltre, saranno agevolati nell’individuazione della posizione delle vetture su Frecce e Intercity, per mezzo di appositivi dispositivi video installati sui binari 2 e 3.

Cinque moderni orologi con illuminazione a led sono stati installati nei marciapiedi di stazione insieme ad un nuovo ricercato orologio che si affaccia alla piazza principale Francesco Crispi.

Completamente rinnovato anche il sistema di diffusione sonora con l'installazione di una centrale audio ad alta affidabilità, oltre cento diffusori distribuiti sui marciapiedi dei binari, nei sottopassaggi e nell'atrio di stazione. La migliore efficienza è garantita da otto sonde microfoniche distribuite in stazione che consentono la regolazione automatica del volume degli annunci in base alla rumorosità dell’ambiente.

L'investimento complessivo è di 2 milioni di euro.