RFI, stazione di Riccione: entrano nel vivo i lavori di potenziamento infrastrutturale e tecnologico

Intervento di cinque milioni di euro

Bologna, 13 febbraio 2016

La stazione di Riccione, la perla verde della Riviera Romagnola, al centro di un importante intervento di potenziamento infrastrutturale e tecnologico del valore di cinque milioni di euro.

Entrano nel vivo i lavori di Rete Ferroviaria Italiana che consegneranno alla città, alla fine dell’autunno 2016, una stazione interamente riqualificata, più accessibile, confortevole e con standard di sicurezza incrementati. Condizioni che consentiranno di gestire eventuali maggiori volumi di traffico.

Gli interventi rientrano nel più ampio piano di  velocizzazione della direttrice Adriatica Bologna – Bari/Lecce, avviato da RFI per consentire ai treni di raggiungere una velocità fino a 200 km/h e ridurre i tempi di viaggio. Fra questi anche rettifiche di tracciato dei binari di ingresso nelle stazioni e upgrading tecnologico.

A Riccione il cantiere è già operativo per quanto riguarda la nuova configurazione dei binari. Eliminato il binario 3 non più in uso, RFI realizzerà su quella sede un nuovo marciapiede a servizio esclusivo del binario 2. A seguire sarà eliminato l’attuale secondo marciapiede, ridotta la distanza fra i binari 1 e 2 (il primo sarà demolito e ricostruito a minore distanza dal secondo) e recuperato spazio per l’ampliamento – e il rinnovo contestuale – del primo marciapiede.

I nuovi marciapiedi saranno più alti di quelli odierni (55 cm come da standard europeo) per favorire una più agevole entrata e uscita dei viaggiatori dai treni. Queste attività saranno accompagnate da analoghi interventi alla linea di alimentazione elettrica dei treni, alle pensiline – che non saranno più in calcestruzzo bensì in acciaio con illuminazione a led – e agli impianti tecnologici e di segnalamento.

L’intervento di RFI si estenderà anche al piccolo fabbricato per l’accesso “lato mare”, la cui demolizione è in corso, e che verrà sostituito da un nuovo ingresso che richiamerà il layout delle nuove pensiline.

La riorganizzazione degli spazi consentirà di installare due nuovi ascensori di collegamento dei binari uno e due con il sottopassaggio e di realizzare due nuove rampe (lato mare e lato monte) per facilitare ulteriormente l’accesso.

Interventi puntuali interesseranno anche la facciata esterna “lato monte” della stazione, per una maggiore armonizzazione con le aree oggetto di rinnovo.

Nella pianificazione ed esecuzione dei lavori RFI presterà estrema attenzione nel ridurre le inevitabili interferenze con la normale operatività della stazione, in particolare nel periodo estivo.

“I lavori che stiamo realizzando – precisa Stefano Morellina, Direttore Produzione Ancona di Rete Ferroviaria Italiana – hanno una molteplice valenza. In primo luogo garantiranno alla città di Riccione una stazione completamente riqualificata dal punto di vista architettonico e della sicurezza. Marciapiedi rialzati più ampi e ascensori consentiranno infatti di gestire al meglio anche il sensibile aumento dei passeggeri nei mesi estivi. Il tutto nell’ambito di un progetto di upgrading infrastrutturale e tecnologico della linea Adriatica di cui Riccione è tappa importante. Fondamentale in tutto ciò la collaborazione dell’amministrazione comunale, con cui stiamo lavorando in sinergia per attuare un salto di qualità complessivo della stazione e dell’area che la circonda”.