RFI: aperti al transito i sottopassi di Collecchio (PR)

Situati nelle frazioni di Pontecodogna e Gaiano, lungo la linea ferroviaria Parma-La Spezia

Collecchio, 14 giugno 2017

Taglio del nastro per i sottopassi di Strada Giarola e Via Libertà, situati rispettivamente nelle frazioni di Pontecodogna e Gaiano, all’interno del territorio comunale di Collecchio (PR), lungo la linea ferroviaria Parma-La Spezia.

Aperti da oggi al transito automobilistico, sono stati realizzati da Rete Ferroviaria Italiana con un investimento di 2,8 milioni di euro e hanno permesso la contestuale chiusura di due passaggi a livello.

Presenti all'inaugurazione Paolo Bianchi, Sindaco del Comune di CollecchioGiancarlo Dodi, Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Collecchio ed Efisio Murgia, Direttore Produzione Firenze di RFI.

I due sottovia sono alti rispettivamente 4,5 e 5 metri e larghi 10,5 e 10 metri.

In ognuno sono presenti tre pompe idrovore e un impianto semaforico, dotato di uno specifico sensore di rilevamento acqua in strada, in grado di bloccare la circolazione stradale in caso di allagamento.

Inoltre, entrambi sono dotati di un sistema di telecontrollo con inoltro chiamate a numeri di servizio, tramite scheda GSM, in caso di avaria all’alimentazione elettrica.

Con l'inaugurazione di questi due sottopassi - ha spiegato Efisio Murgia - salgono a sette le opere realizzate da RFI a Collecchio e a Vicofertile per l’eliminazione dei passaggi a livello lungo la linea Pontremolese. Anche queste due nuove infrastrutture andranno a tutto vantaggio del miglioramento della viabilità stradale e della regolarità della circolazione ferroviaria. A queste si aggiungerà, entro luglio, anche il cavalcavia di Via Pontasso, a Vicofertile, già collaudato e dove sono in corso gli ultimi lavori di completamento.

“Un risultato atteso ed efficace - ha sottolineato Giancarlo Dodi - che mette in sicurezza gli attraversamenti ferroviari, potenzia la fruibilità del territorio collecchiese ed, in particolare con il precedente sottopasso di via Mulattiera, propone un collegamento a Parma alternativo alla via Spezia, a fronte del quale l’Amministrazione comunale è chiamata a promuovere un progetto di riqualificazione della stessa via Mulattiera. In questo ambito, - ha concluso Dodi - l’auspicio è quello di procedere con l’impegno progettuale e finanziario concordato con RFI in fase di convenzione, che prevede la realizzazione di sottopassi funzionali e magari dotati di piste ciclopedonali in località Ozzano Taro e Campirolo”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’Onorevole della Camera dei Deputati Giuseppe Romanini, già Sindaco di Collecchio. “L’inaugurazione di oggi porta a compimento un lavoro lungo iniziato dieci anni fa nel quale, da Sindaco, ho creduto fortemente – ha commentato Romanini. I sottopassi realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) consentiranno di migliorare la sicurezza degli accessi stradali alle frazioni ma anche tutto il sistema viario locale e provinciale sul quale transitano ogni giorno centinaia di veicoli con migliaia di persone che per motivi di lavoro raggiungono quotidianamente Collecchio. Il lavoro istruttorio per giungere a questo risultato è stato lungo. Va dato merito all’Amministrazione Comunale di aver perseverato nella volontà di portare a compimento l’intervento ma anche ai cittadini che hanno pazientemente atteso la fine dei lavori. Grazie a loro e alla disponibilità di RFI è stato possibile migliorare significativamente le proposte iniziali dalle Ferrovie e individuare soluzioni progettuali che tenessero conto di tutte le esigenze espresse. L’apertura di questi sottopassi è propedeutica al proseguimento dei lavori di raddoppio della linea ferroviaria ‘Pontremolese’: in sede parlamentare tornerò quindi a sollecitare l’attenzione del Ministro Delrio a quest’opera essenziale per lo sviluppo di un sistema integrato e sostenibile dei trasporti”.