Intesa con Provincia Autonoma di Bolzano per piste ciclabili adiacenti alle linee ferroviarie

Interventi previsti in affiancamento alle linee Bolzano - Merano e Fortezza - San Candido

Interventi previsti in affiancamento alle linee Bolzano - Merano e Fortezza - San Candido

Bolzano, 15 marzo 2016

Realizzare piste ciclabili in aree protette e adiacenti alle linee ferroviarie Bolzano - Merano e Fortezza - San Candido, compresa la tratta fino al confine, e risolvere le possibili interferenze fra le infrastrutture viarie e ferroviarie.

Questi gli obiettivi del Protocollo d’intesa, validità sei anni, sottoscritto oggi dal Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher, e dal Direttore Territoriale Produzione Verona di Rete Ferroviaria Italiana, Pier Paolo Olla.

In un contesto territoriale particolarmente sensibile alle politiche di riduzione del traffico stradale, l’obiettivo dell’accordo è favorire l’uso della bicicletta, anche per turismo, e realizzare una autentica mobilità sostenibile attraverso l’interscambio modale fra treno e due ruote.

I principali vantaggi del Protocollo d’intesa permetterà di velocizzare gli iter burocratici e uniformare i processi di gestione delle interferenze e degli attraversamenti che le piste ciclabili avranno con i tracciati ferroviari.

Sono, infatti, numerose le richieste da parte di Enti pubblici (quali Comuni e Consorzi) della Provincia Autonoma di Bolzano che hanno presentato per realizzare nuovi percorsi ciclabili in affiancamento alle linee ferroviarie, spesso in deroga al DPR 753/1980 “Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto” che definisce i franchi minimi di sicurezza.

L’accordo prevede anche che RFI possa utilizzare le piste ciclabili per le attività di sorveglianza, pronto intervento e manutenzione delle linee ferroviarie, soprattutto nelle zone non raggiungibili con altri mezzi.