FS Italiane al Festival del Giornalismo di Perugia: i giovani, il viaggio e la mobilità collettiva integrata nell’era digitale

Tre giorni di incontri e laboratori dedicati ai giovani dai sei ai 18 anni. Play Mobility, area kids alla scoperta della mobilità integrata condivisa e collettiva. FS Italiane, il primo polo europeo integrato, sponsor della XII edizione #ijf18

Perugia, 11-15 aprile 2018

Il viaggio, la mobilità integrata globale e la media literacy nell'era digitale, un nuovo modo per dialogare con i giovani. Temi centrali la digitalizzazione, l’esperienza di viaggio e i comportamenti responsabili sui treni e sui bus, beni comuni, per aumentare la sensibilità contro il vandalismo.

Sono i principali contenuti con cui il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane partecipa al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia #ijf18, in programma da oggi a domenica 15 aprile 2018.

Il Gruppo FS racconterà, partendo dai più giovani, il presente e il futuro della mobilità integrata, collettiva e condivisa, pensata per sviluppare il sistema Paese per connettere persone e luoghi a tutta l’Europa.

Nei laboratori Tutti a scuola, organizzati dal Festival in collaborazione con FS Italiane, tre giorni (11-13 aprile) saranno dedicati all’alfabetizzazione mediatica e alla capacità di accedere, comprendere e valutare criticamente i media (media literacy) affrontando anche temi specifici del trasporto ferroviario legati ai nuovi concetti di mobilità integrata collettiva.

Protagonisti di Tutti a scuola saranno ragazze e ragazzi dai sei ai 18 anni - studenti delle scuole elementari, medie e superiori di tutta Italia - un pubblico giovane e sempre più propenso alla mobilità collettiva e sostenibile.

Fino al 15 aprile il Gruppo FS Italiane ha allestito, ai Giardini Carducci, l’area kids Play Mobility. Uno spazio, dedicato ai bambini dai 4 ai 12 anni e ai loro genitori (apertura dalle 10.00 alle 18.00), per la scoperta della mobilità integrata e sostenibile con giochi e attività analogiche e digitali di intrattenimento educativo. Robottini da programmare a forma di Frecciarossa e bus, un percorso alla scoperta dell’Italia in viaggio, uno spazio dove apprendere i “comportamenti corretti” da tenere a bordo treno e, infine, un’area per le foto ricordo con sagome indossabili dei nuovi treni regionali Rock e Pop, del Frecciarossa e degli autobus di Busitalia.

Ferrovie dello Stato Italiane è il primo polo europeo integrato con 81mila dipendenti e, in Italia, una rete infrastrutturale, ferroviaria e stradale, di circa 44mila chilometri. Un network dove il Gruppo FS registra 64,5 miliardi di chilometri percorsi ogni anno da 2,3 miliardi di veicoli su strade e autostrade, circa 750 milioni di passeggeri/anno su ferro (di cui 150 all’estero), 290 milioni su gomma (130 all’estero) e 50 milioni di tonnellate di merci trasportate.

Il road show con il quale Trenitalia sta portando nelle principali piazze italiane i nuovi treni regionali Rock e Pop per i pendolari, le acquisizioni delle società Qbuzz in Olanda e Trainose in Grecia insieme al conferimento delle azioni Anas, sono solo alcune delle nuove tappe che rendono il Gruppo FS Italiane il primo polo integrato di ferrovie e strade in Europa.