FS Italiane, Battisti: “Con Napoli - Bari 20mila nuovi posti di lavoro”

Sostenibilità tra i punti cardine dell’azione di Ferrovie dello Stato, che entro il 2023 conta di ridurre di 400mila le auto in strada


Roma, 30 novembre 2019

“L’Alta Capacità ferroviaria creerà le condizioni per un doppio polo a livello nazionale rappresentato da queste due grandi città del Sud che permetterà loro di competere a livello internazionale, con un bacino potenziale che vale 5,5 milioni di potenziali clienti su 10 milioni di abitanti nell’area”.

Così l’AD del Gruppo FS Italiane Gianfranco Battisti a margine dell’incontro a Grottaminarda in provincia di Avellino, promosso in prossimità dell’inizio dei lavori del nuovo tracciato AV Apice-Orsara. Lavori divisi in due lotti, che comprendono anche la costruzione della Stazione Hirpinia al confine tra i comuni irpini di Grottaminarda e Ariano Irpino.

Il top manager ha anche fatto il punto sugli investimenti in corso con il Piano industriale 2019-2023 in corso, ribadendo l’impegno di Ferrovie dello Stato anche su Sicilia e Calabria. “Su 58 miliardi del piano di investimenti 2019-2023, il 38% è destinato al Sud”. “La realizzazione dell’Alta Velocità Bari-Napoli porterà nei prossimi anni circa 20mila nuovi posti di lavoro”.

L’AD ha inoltre ricordato che il Gruppo FS conta di ridurre di 400mila le auto in strada entro il 2023: “Siamo la modalità di trasporto ecosostenibile per eccellenza”, ha evidenziato riferendosi alla dichiarazione di emergenza climatica del Parlamento europeo con la risoluzione che impegna gli Stati UE a investire in trasporto sostenibile. “Il piano di investimenti di FS aiuterà certamente la sostenibilità ambientale del Paese”.