Alto Adige: incremento traffico ferroviario

Accordo tra RFI e Provincia autonoma di Bolzano. Operativo da dicembre 2015, per nove anni, prevede più informazioni ai clienti e treni monitorati in tempo reale dalla Provincia.

Programmazione per incrementare la mobilità su ferro.

Merano, 4 maggio 2015

Programmazione a partire da dicembre 2015, per nove anni, della capacità di traffico ferroviario sulle linee Brennero - Trento, Fortezza - San Candido e Merano - Bolzano (3,8 milioni treni chilometro/anno, pedaggio stimato 8,4 mln euro/anno), per incrementare la mobilità su ferro. Controllo in tempo reale del traffico ferroviario da parte degli uffici tecnici della Provincia, con la Piattaforma Integrata di Circolazione (PIC) di RFI. Potenziamento delle informazioni ai clienti, per una migliore programmazione del viaggio e integrazione modale (ferro/gomma) con gli altri operatori di trasporto. Sviluppo dell’offerta commerciale di traffico in relazione agli investimenti infrastrutturali previsti per lo sviluppo della rete ferroviaria dell’Alto Adige.

Questi i punti salienti dell’Accordo Quadro siglato oggi a Merano da Arno Kompatscher, Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano, e Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).

L’Accordo prevede interventi per sviluppare nuove offerte di servizi:

linea Bolzano - Brennero: treni ogni 30 minuti, ogni 15 minuti nelle ore di punta, fra Bressanone e Bolzano;
linea Bolzano - Trento: treni ogni 15 minuti nelle ore di punta;
linea Pusteria: velocizzazione dei collegamenti con Bolzano; realizzazione nuove fermate a Varna e Sciaves;
linea Bolzano - Merano: treni ogni 15 minuti nelle ore di punta e velocizzazione collegamenti;
miglioramento interscambio modale (ferro/ferro) a Bolzano, Fortezza/Bressanone e Merano.

A Merano oggi RFI e Provincia Autonoma di Bolzano hanno sottoscritto anche un Protocollo d’Intesa per avviare gli studi e le progettazioni delle opere infrastrutturali necessarie per potenziare le linee ferroviarie provinciali dell’Alto Adige.

In particolare, un gruppo di lavoro congiunto - tecnici di RFI e della Provincia Autonoma di Bolzano - coordinerà le fasi di studio e progettazione relative alla bretella ferroviaria denominata Variante di Riga, per l’innesto della linea di Pusteria sulla direttrice del Brennero; il potenziamento della stazione di Bressanone; la nuova fermata di Varna; il raddoppio della linea Merano - Bolzano e la riqualificazione delle stazioni Ponte Adige e Terlano; e la realizzazione della nuova galleria del Virgolo, per specializzare i flussi di traffico in ingresso a Bolzano.

Obiettivo: concludere queste attività entro il 2016.