Su "Note" arrivano i treni del futuro

Il magazine dedicato ai clienti regionali accompagnerà il roadshow dei nuovi treni Pop e Rock

di Luca Mattei

Per i viaggi dei pendolari una vera e propria rivoluzione è ormai in corso: i treni nuovi di zecca che si chiameranno Rock e Pop. È proprio il caso di dire #lamusicastacambiando, come recita il titolo del roadshow che dal 9 ottobre porta nelle principali piazze italiane i modelli in scala 1:1 dei due convogli.

«Dopo aver rivoluzionato con le nostre Frecce la mobilità sulle lunghe distanze, ora è la volta del trasporto regionale», conferma l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono. «Lo dobbiamo a quel milione e mezzo di passeggeri che ogni giorno usano i nostri regionali. I Rock e i Pop sono un concentrato di alta tecnologia al servizio dell’affidabilità, della sostenibilità e del comfort di ogni viaggiatore, iniziando da quelli con disabilità. ci consentiranno di arricchire l’esperienza di viaggio e consolidare le nostre performance, da molti mesi in continuo miglioramento. oggi la puntualità reale dei regionali si attesta al 90,7%, quattro punti in più rispetto al 2012. La regolarità è al 98,9%, e solo quattro corse su mille (0,4%) sono cancellate per responsabilità diretta di Trenitalia».

Il roadshow 2017 prende il via il 9 ottobre in piazza Maggiore a Bologna. appuntamento poi a Torino a novembre e a Firenze nel mese di dicembre. a queste occasioni pubbliche si aggiungono eventi e fiere: il TTG dal 12 al 14 ottobre a rimini, l’Hitachi Social innovation Forum a Milano il 18 ottobre e la Maker Faire a roma dal 1° al 3 dicembre. i due mock-up saranno esposti all’interno di un villaggio dove sono previste anche tante attività di intrattenimento rivolte a tutte le fasce di età. Al centro del tour sempre la musica, offline con i ritmi no-stop di RTL 102.5 e online grazie alla collaborazione con Spotify. 

Le prime consegne dei Pop e dei Rock avverranno a partire dalla primavera 2019 e proseguiranno con un ritmo di 13 convogli al mese, in coerenza con le richieste delle regioni con cui trenitalia avrà sottoscritto i contratti per gestire il servizio. La prima a beneficiarne sarà l'Emilia Romagna, che ha siglato un contratto di 15 anni nel quale sono previsti 86 convogli.

L’avveniristico Rock è un treno a due piani che nasce da una nuova piattaforma Hitachi rail, completamente assemblata in italia. casse in lega leggera, trazione a potenza distribuita che garantisce forte accelerazione e affidabilità, con una capienza di 600 posti per la versione a cinque casse, 465 per quella a quattro. L’accessibilità è stata ottimizzata a vantaggio delle persone a mobilità ridotta secondo le più recenti Specifiche Tecniche di Interoperabilità definite in ambito comunitario. Il Rock è anche eco-friendly, perché capace di fornire al macchinista informazioni utili a minimizzare i consumi in marcia e a veicolo fermo.

Il pop, realizzato da alstom, è invece una quarta generazione, l’evoluzione di un modello già in servizio commerciale in dieci regioni italiane, il Jazz. Battezzato il 3 ottobre in occasione dell’expo Ferroviaria alla Fiera di Milano, è un treno elettrico, monopiano, che può viaggiare a una velocità massima di 160 km orari e trasportare oltre 300 persone sedute nella versione quattro casse, oltre 200 nella versione a tre. consuma il 30% di energia in meno rispetto alle versioni precedenti. Un vero concentrato di alta tecnologia per rock e pop: informazioni e intrattenimento audio-video con display LcD a 24” visibile da ogni posizione, rete WiFi e telecamere digitali di videosorveglianza sono gli ingredienti per una nuova esperienza di viaggio.