Note, sul nuovo numero la cantante Betta Lemme

La rivista dedicata ai clienti del trasporto regionale accompagnerà il roadshow dei nuovi treni Pop e Rock

di Gaspare Baglio, disponibile anche su ISSUU

Prendete un’ex modella dallo sguardo sensuale e un po’ timido, che ricorda vagamente la [c]Lolita[/c] di Stanley Kubrick. Aggiungete un pizzico di Dalida, una manciata di Abba, qualche pezzo italo-disco, la sensualità della lingua francese et voilà: mesdames et messieurs, ecco a voi Betta Lemme, la star canadese che sta letteralmente sbancando con l’ep che porta il suo nome. E con la super hit Bambola, suonatissima in radio.

Molti la conoscevano già per la collaborazione con i dj newyorkesi Sofi Tukker, per i quali ha intonato il singolo [c]Awoo[/c]. A questo si aggiunge l’amore che la giovane performer ha per i social network, dove aggiorna costantemente i fan sulle novità.

La incontriamo negli studi di FSNews Radio, la web radio del Gruppo Ferrovie dello Stato. Betta arriva con la manager e l’addetto stampa: indossa un cappellino da baseball, pantaloni elasticizzati neri e un maglione dello stesso colore. È molto introversa, ma poi si lascia sfuggire un sorriso dolcissimo. Quasi non sembra la sexy popstar che si vede nelle esibizioni formato tv.

Nelle sue canzoni è impossibile non notare le influenze della nostra musica.
Mi piace moltissimo. Ricordo i Festival di Sanremo che vedevo da piccolina, l’orchestra e le vostre melodie, che credo siano le migliori.

Quali artisti italiani le piacciono?
Adoro Mina, Mia Martini e Raffaella Carrà. Tra le nuove leve trovo molto bravi Elodie e Ghali.

A chi si è ispirata?
Tutto è iniziato quando ero una bambina. A circa otto anni mi sono appassionata alla dance music, poi crescendo ho imparato la classica. Mischiando i due generi ne ho creato uno mio.

Bambola nasconde un significato profondo dietro a un motivetto accattivante.
Beh, sì. Il pezzo è indirizzato a tutte le donne che si sono sentite un oggetto. È capitato anche a me, può succedere a chiunque.

Sa che da noi la cantante Patty Pravo è diventata famosa grazie a una hit con lo stesso titolo?
Sì, la conosco. E devo dire che la frase italiana nel mio brano l’ho inserita perché suona molto meglio che in inglese.

Il prossimo singolo come sarà?
Non so se farò un brano pop dopo questo pezzo. Immaginavo qualcosa di più lento, ma sempre nel mio stile.

Sta lavorando al primo album?
Sì, sarà un mix tra dance, pop intelligente, elementi orchestrali e un pizzico di sonorità anni ’90.

Visto che lo ama così tanto, parteciperebbe mai in gara a Sanremo?
Sarebbe un grande onore salire sul palco di una manifestazione così importante. 

Ha in programma dei live nel nostro Paese?
Ho tante richieste. Spero di esibirmi presto davanti al pubblico italiano.

Ha viaggiato in treno per fare promozione?
Sì, con il Frecciarossa, ed è stato bellissimo. Credo sia il modo migliore per spostarsi. E poi si possono ammirare i vostri bellissimi paesaggi.