"Senza barriere", l'editoriale sul nuovo numero di Note

La rivista dedicata ai clienti del trasporto regionale accompagnerà il roadshow dei nuovi treni Pop e Rock

di Marco Mancini disponibile anche su ISSUU

Trenitalia e tutte le società del Gruppo FS considerano la difesa delle diversità e l’impegno per l’inclusione come fattori qualificanti della loro attività e del loro ruolo di imprese al servizio del Paese. Quindi nessuna distinzione o diverso trattamento per genere, etnia, lingua, religione, opinione politica o condizione personale e sociale. Anzi, le diversità sono per noi una ricchezza da integrare e valorizzare, una grande opportunità di crescita. Questo vale nei riguardi di ogni nostro interlocutore, iniziando dai dipendenti per giungere fino a voi viaggiatori. Sono valori che consideriamo inviolabili, ancorché la loro applicazione incontri quotidiane difficoltà e rappresenti una continua sfida.

Con queste premesse, in primo luogo di civiltà, uno dei fondamentali obiettivi è rendere i servizi ferroviari sempre più accessibili, lavorando per rimuovere ogni ostacolo che si frapponga a una loro piena ed efficace fruizione. Da quelli culturali a quelli architettonici. Capirete che non è un traguardo né banale né semplice da raggiungere. Fino a non molti anni fa, le persone con disabilità vivevano, nella stragrande maggioranza dei casi, in una sorta di clandestinità, per non dire peggio. La progettazione delle infrastrutture non teneva conto delle loro esigenze. Tantomeno i servizi.

Oggi RFI ha una rete di Sale Blu con attività di assistenza che in qualche modo surrogano quel che le infrastrutture non offrono. Con Trenitalia abbiamo avviato una serie di buone pratiche, di cui si parla anche in questo numero, che prevedono un pieno coinvolgimento delle persone con disabilità. Per esempio, abbiamo chiamato le loro associazioni a verificare preventivamente l’efficacia delle soluzioni tecnologiche adottate sui nuovi treni in costruzione. E, ancora, stiamo lavorando perché siano sempre più parte attiva nei percorsi di formazione e aggiornamento del personale di front line.

I Rock e i Pop, di cui si parlerà molto nelle tappe del Trenoverde di FS Italiane e Legambiente, ormai pronto a intraprendere il suo viaggio lungo la Penisola, oltre a essere treni davvero green, inaugurano quindi un approccio al tema dell’accessibilità e dell’inclusione più proattivo e partecipato. Anche su questo fronte, la musica sta cambiando.