Il nuovo numero di Note dedica la cover all'attore Federico Russo

Il magazine dedicato ai clienti regionali accompagnerà il roadshow dei nuovi treni Pop e Rock

Dal ruolo del piccolo Mimmo nei "Cesaroni" al bullo antipatico nell'"Isola di Pietro". Federico Russo cambia volto e punta in alto

di Fabiola Zanetti

Veste i panni di Matteo Sulci, un leader tra i liceali dell’isola.
Il mio personaggio è un bulletto odioso e fastidioso, ma presto si scoprirà il motivo per il quale si comporta così. È un elemento molto importante nella storia.

Una parte molto diversa dai personaggi interpretati fino a oggi. Era un suo obiettivo?
Esattamente. Sembrerà strano, ma ho fatto il provino per la serie Scomparsa e sono stato scelto per interpretare il cattivo. Successivamente, ho partecipato alle selezioni per L’isola di Pietro e, anche in questo caso, sono stato preso per recitare la parte di un personaggio negativo. Ora sto girando Don Matteo e ho il ruolo del ribelle. Insomma, un futuro di cattiveria…

La fiction è ambientata nella splendida Sardegna.
È stato meraviglioso, specialmente a settembre perché c’eravamo solo noi. Non scorderò mai l’albergo a Calasetta dove io e gli altri giovani attori, nel tempo libero, giocavamo a carte. Quando ci siamo spostati a Carloforte l’accoglienza delle persone è stata calorosa. Ovunque andavamo, se dicevamo di essere amici di Gianni (Morandi, ndr), ci offrivano da bere. Viva Gianni!

Che cosa l’ha colpita di Morandi?
La sua energia. Si alza ogni mattina alle 6 e corre per almeno dieci chilometri. Io non credo che potrei farlo mai.

Può darci qualche anticipazione su Scomparsa, che andrà in onda su Rai1?
Interpreto un ragazzo molto, molto cattivo. L’aspetto interessante di questi personaggi spietati è che nascondono un segreto. C’è stato un fatto che li ha resi così malvagi. In questo caso, è accaduto qualcosa a livello familiare.

Com’è stato lavorare con Vanessa Incontrada?
Divertente. Lei è carina, brava, gentile e veramente simpatica.

Vorrebbe recitare in ruoli differenti?
Citando River Phoenix, mi piacerebbe sperimentare ogni tipo di parte solo una volta.

Qual è il suo rapporto con i social?
Non ho un canale YouTube, né una pagina Facebook né Twitter. Ho solo Instagram, in cui posto foto con la mia ragazza per fare il romanticone.

Come si vede tra dieci anni?
Spero di vincere un David di Donatello, anche due! Vorrei fare qualcosa di veramente importante, che rimanga nella storia del cinema.