"A tu per tu con i viaggiatori" la rubrica di Note dedicata alle persone

Il settimanale è disponibile su trenitalia.com

15 gennaio 2019

La passione per l’informatica, la musica, la lettura e le bellezze nascoste del territorio. Una laurea in Economia aziendale e un lavoro nell’ambito dello sviluppo di software e analisi dati a Torino, dopo tre anni di esperienze professionali all’estero. Federico, 29 anni, ci racconta i suoi viaggi sui treni regionali del Veneto. 

Ogni quanto viaggi?
Quando torno dal Piemonte in Veneto, mi capita spesso di utilizzare il trasporto regionale, specialmente sulla direttrice da Padova a Montebelluna, circa 50 minuti di percorrenza, e viceversa, per andare a prendere l’Alta Velocità a Padova, e da lì raggiungere Torino dove lavoro. Ma viaggio spesso sui Regionali anche nel tempo libero. 

Cosa ti piace del treno?
La possibilità di ascoltare musica e di leggere. Amo anche osservare il paesaggio dal finestrino, specie nel tratto tra Montebelluna e Castelfranco, che mi regala una buona prospettiva su alcuni tratti delle Prealpi venete e delle zone agricole. La stazione di Fanzolo lambisce un meraviglioso capolavoro palladiano, Villa Emo. 

L'intervista integrale di Alessio Giobbi è disponibile su trenitalia.com