Su La Freccia di luglio Riccardo Muti per "Le Vie dell'Amicizia" da Ravenna a Teheran

Concerti a Tehran il 6 luglio e a Ravenna l'8 luglio per celebrare il ventennale de "Le Vie dell'Amicizia"

Di Luna Pace, disponibile anche su ISSUU

6 luglio 2017

In occasione del ventennale delle Vie dell’amicizia, la XXVIII edizione di Ravenna Festival torna a volgere lo sguardo a Oriente e approda nell’antica Persia: da Ravenna – porta dischiusa sull’Oriente – parte un viaggio capace di rinsaldare le relazioni con un Paese i cui legami con l’Italia prevalgono sulle ragioni della geografia. 

Riccardo Muti

È Riccardo Muti a guidare, in un programma interamente dedicato a Verdi, artisti italiani e iraniani, uniti a Teheran il 6 luglio. «Più dell’economia, della politica, dei linguaggi verbali, la musica ha la capacità di comunicare e di toccare corde profonde in maniera diretta, senza bisogno di traduzioni. E questo ci porta all’esperienza dei concerti delle Vie dell’amicizia, al cuore della loro stessa ragione d’essere».

Questo lo spirito di fratellanza, nelle parole di Muti, che fin dal primo storico concerto a Sarajevo nel 1997 anima il progetto in luoghi simbolo della storia. In ogni occasione orchestre e cori quali il Teatro alla Scala, il Maggio Musicale Fiorentino e la Giovanile Luigi Cherubini hanno aperto le proprie fila ai musicisti delle città meta del viaggio.

Tra gli indimenticabili pellegrinaggi laici vale la pena ricordare Beirut, Gerusalemme, Mosca, Erevan, Istanbul, New York, Il Cairo, Damasco.

Quest’anno, sulla grande piazza di Bagh-e Melli di Teheran, dove si affacciano l’Università delle arti e il Museo nazionale e a cui dà accesso la porta ricoperta in piastrelle del tradizionale stile Haft-Rangi (sette colori), i musicisti dell’Orchestra Cherubini e delle Fondazioni lirico sinfoniche italiane si uniranno a quelli della Sinfonica di Teheran, rinata due anni fa dopo decenni di silenzio.

In un viaggio a ritroso, poi, l’8 luglio Oriente e Occidente sono nuovamente  insieme per il concerto al Pala De André di Ravenna. A far da ponte la musica di Verdi, nell’esecuzione di uno dei suoi maggiori interpreti contemporanei. Diretta su Radio3 da Ravenna e programmazione, in seguito, su Rai1.

Leggi anche FS Italiane sponsor del Concerto dell’Amicizia di Teheran