• Home >
  • Infomobilità

Stazione di Cesena: interventi di potenziamento infrastrutturale

Dal 25 gennaio cinque treni regionali, anticiperanno o posticiperanno di alcuni minuti l’arrivo e la partenza nelle stazioni intermedie di Cesena

Dal 25 gennaio modifiche a cinque treni regionali

Bologna, 21 gennaio 2016

Da lunedì 25 gennaio cinque treni regionali, in servizio nella tratta Piacenza/Bologna – Rimini/Ancona, anticiperanno o posticiperanno di alcuni minuti l’arrivo e la partenza nelle stazioni intermedie di Cesena, Forlimpopoli, Gambettola, Savignano sul Rubicone e Santarcangelo di Romagna, mantenendo comunque invariato l’orario delle altre fermate.

Le variazioni sono necessarie a consentire gli interventi di potenziamento infrastrutturale che Rete Ferroviaria Italiana sta realizzando nella stazione di Cesena. I lavori, avviati lo scorso 18 gennaio, si concluderanno alla fine di giugno.

I nuovi orari (vedi locandina allegata) saranno consultabili su trenitalia.com, nelle stazioni e su fsnews.it il quotidiano on line del Gruppo FS Italiane.

Le modifiche in sintesi

  • Regionale 11526 Ancona – Piacenza: partirà da Cesena alle ore 7:06 anziché 7:11
  • Regionale 11524 Rimini – Bologna: partirà da Forlimpopoli alle ore 7:28 anziché 7:32
  • Regionale 11535 Piacenza – Ancona: partirà da Forlimpopoli-Bertinoro alle ore 12:34 (anziché 12:35), da Cesena alle 12:43 (anziché 12:44), da Gambettola alle 12:49 (anziché 12:56), da Savignano sul Rubicone alle 12:54 (anziché 13:01) e da Santarcangelo di Romagna alle 12:59 (anziché 13:06)
  • Regionali 6565 Bologna – Rimini e 6575 Castelbolognese – Rimini: posticiperanno fra due e otto minuti gli orari di partenza dalle stazioni di Forlimpopoli, Bertinoro, Cesena, Gambettola, Savignano sul Rubicone, Santarcangelo di Romagna e Rimini Fiera (quando prevista).

 

I lavori in sintesi

  • Modifica della configurazione attuale dei binari, della linea elettrica di alimentazione dei treni e del sistema di scambi nella stazione di Cesena.
  • Rinnovo del secondo marciapiede – a servizio dei binari 2 e 3 – che verrà allargato e innalzato (55 cm) per consentire una più agevole entrata e uscita dei viaggiatori dai treni.

Gli interventi rientrano nel piano di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della direttrice Adriatica Bologna – Bari/Lecce, in corso da parte di RFI, per consentire ai treni di viaggiare fino a 200 km/h, con riduzione dei tempi di viaggio e aumento degli standard di regolarità e puntualità della circolazione ferroviaria.