• Home >
  • Infomobilità

Emilia Romagna, la stazione Bologna San Vitale raddoppia

Operativa la nuova fermata SFM sulla linea per Prato

Operativa la nuova fermata SFM sulla linea per Prato

Bologna, 14 dicembre 2015

79 treni, quattro binari rialzati (55 centimetri) per facilitare l’entrata e l’uscita dei passeggeri dalle carrozze, tre ascensori e percorsi tattili per l’abbattimento delle barriere architettoniche, un sistema automatico di informazione sonora integrato da monitor per l’informazione visiva, parcheggi per auto e moto, collegamenti con la rete ciclabile e interscambio con i servizi di trasporto pubblico.

La stazione Bologna San Vitale - importante tassello del Servizio Ferroviario Metropolitano bolognese – raddoppia, grazie al completamento di un secondo fronte che dal 13 dicembre consente la fermata giornaliera di 47 treni regionali della linea Bologna – Prato, che sia aggiungono ai 32 della linea Bologna - Rimini/Ravenna.

A inaugurare il nuovo servizio – domenica 13 dicembre - il sindaco metropolitano Virginio Merola, Massimo Del Prete Direttore Investimenti area Centro di Rete Ferroviaria Italiana, Raffaele Donini assessore ai Trasporti Regione Emilia - Romagna, Andrea Colombo assessore alla Mobilità del Comune di Bologna e Irene Priolo consigliere Città metropolitana di Bologna con delega a Infrastrutture, Mobilità e Viabilità.

A soli quattro minuti da Bologna Centrale, la stazione San Vitale rappresenta un importante nodo per il sistema SFM bolognese, grazie alla sua collocazione strategica nel punto di convergenza delle linee per Rimini, Prato e Portomaggiore.

Finanziata e realizzata da Rete Ferroviaria Italiana, è costata complessivamente dieci milioni di euro.
Altri 1,68 milioni di euro, assicurati nell’ambito del progetto di completamento SFM e della rete filoviaria di Bologna, saranno utilizzati nei prossimi cinque anni dal Comune di Bologna per completare tutte le opere di accessibilità alla stazione stessa.