Positivo il bilancio 2015 del trasporto ferroviario regionale Trenitalia in Trentino Alto Adige

Nell’anno appena trascorso oltre il 95% dei treni è arrivato puntuale a destinazione

Nell’anno appena trascorso oltre il 95% dei treni è arrivato puntuale a destinazione

Bolzano, 12 gennaio 2016

È positivo il bilancio 2015 del trasporto ferroviario regionale gestito da Trenitalia in Trentino Alto Adige.

Nell’anno appena trascorso oltre il 95% dei treni è arrivato puntuale a destinazione, percentuale che sale al 97% se si escludono i ritardi non dipendenti da Trenitalia (96,7% in Alto Adige e 97,4% in Trentino). Dati entrambi migliorativi rispetto al 2014, quando le percentuali erano state rispettivamente del 95,5% e del 96,7 %.

Un risultato raggiunto grazie a una costante attività di manutenzione dei convogli e all’impegno del personale dedicato ai treni. Scese anche del 27,5% le decurtazioni di carrozze rispetto all’anno precedente.

Questi dati sono ancora più significativi se si considera che l’età media dei convogli della direzione regionale di Trenitalia è tuttora abbastanza alta, essendo i 2/3 dei convogli composti ancora da vetture concepite e costruite oltre 30 anni fa. 

Sono attualmente sette i convogli Flirt di nuova concezione utilizzati da Trenitalia sulle linee elettrificate in Trentino Alto Adige. Determinante per il miglioramento del servizio è stato pertanto l’avvio del graduale rinnovo del parco mezzi in atto da qualche anno, che nel quadro dei due nuovi contratti di servizio con le province di Trento e Bolzano verrà esteso ulteriormente con l’acquisto di 13 nuovi convogli moderni e confortevoli, come previsto nei recenti accordi locali. Si tratta di sette convogli FLIRT della ditta costruttrice Stadler e di sei convogli JAZZ della ditta costruttrice Alstom.

La conferma del buon andamento arriva anche dal monitoraggio della percezione che i clienti hanno del servizio offerto. I dati consolidati del 2015 hanno evidenziato una soddisfazione del viaggio nel complesso dell’85,6% a Bolzano e del 90,8% a Trento, entrambi i valori in crescita rispetto al 2014. Anche il giudizio su pulizia, confort, puntualità e professionalità del personale è in netto miglioramento, confermando che la strada intrapresa ormai da anni è quella giusta e sta dando i suoi frutti, anche grazie al supporto dei due enti istituzionali.

Sono risultati che Trenitalia è impegnata a consolidare e migliorare nel 2016, un anno caratterizzato da nuove e importanti sfide.

La cronaca ferroviaria del 2015 riporta anche alcuni episodi meno positivi sul fronte delle problematiche legate soprattutto ai noti fenomeni di immigrazione, che sebbene non abbiano inficiato l’andamento generale, sono stati oggetto di puntuali approfondimenti e tempestive misure correttive in collaborazione con le Forze dell’Ordine e la struttura interna di Protezione Aziendale.

Quest’anno sarà caratterizzato infatti da una sempre minore tolleranza nei confronti del fenomeno dell’evasione tariffaria. Una nuova attività di controllo dei biglietti vedrà prossimamente al lavoro team di agenti, specificamente professionalizzati, che renderanno i controlli più veloci ed efficaci e avranno anche una funzione deterrente a possibili reazioni aggressive nei confronti del personale.