Francesco Gabbani su La Freccia luglio

Dopo la vittoria a Sanremo un tour e un disco incentrato sul viaggio

Di Gaspare Baglio

Magellano è la canzone che dà il titolo al nuovo disco. Cosa vuole esprimere?
Una riflessione sull’importanza di trovare il coraggio e la voglia di andare oltre le cose sicure che abbiamo intorno a noi, per spingerci verso l’ignoto alla scoperta di qualcosa che non si conosce e, magari, fa paura. Mi piacerebbe che gli ascoltatori trovassero in questo testo un suggerimento per conoscere meglio se stessi e, conseguentemente, interpretare meglio la realtà che li circonda.

Il secondo estratto è Tra le granite e le granate. Ma il ritmo orecchiabile nasconde temi ben più profondi…
Spesso siamo vittime del cercare a tutti i costi il divertimento. Ogni anno vogliamo la vacanza ideale. E, se le nostre aspettative vengono deluse, ci troviamo a dover difendere strenuamente la nostra scelta. Mi auguro che questo brano possa intrattenere e far riflettere.

Arriviamo a Occidentali’s karma, il successo del momento. Ha fatto davvero incetta di consensi.
Non mi aspettavo questa reazione, ma nel mio cuore ci speravo. È un’ulteriore gratificazione per quello che ho fatto fino a oggi. Lavorando nella musica ci si aspetta di essere ripagati, almeno in parte, delle emozioni date.

Festival di Sanremo ed Eurovision Song Contest: cosa le hanno dato questi palcoscenici?
L’Ariston è stato una svolta importante, un momento in cui si sono realizzate le mie aspettative più intime. Kiev è stata una conseguenza di Sanremo. Una gran bella opportunità per portare le mie note oltre i confini italiani. Anche se non ho vinto, ho avuto la mia soddisfazione: l’album è entrato nelle classifiche di 13 Paesi, il bilancio è più che positivo.

Spogliarmi è l’ultima traccia del progetto discografico. Cosa rappresenta?
Alla fine di un percorso raccogliamo tanti souvenir come testimonianza di quello che abbiamo vissuto. Ma per iniziare un altro viaggio bisogna scrollarsi di dosso le cose accumulate nel precedente cammino. Ritornare vergini per essere aperti al nuovo.

Quindi per lei il viaggio è?
Il susseguirsi di istanti, con la consapevolezza che si sta facendo un percorso.

Parliamo di tv. Si vocifera di una sua rinuncia a ricoprire il ruolo di giudice a X-Factor...
Non ho rifiutato ufficialmente. In realtà ho preferito mettere in stand-by quella variazione di percorso (ride, ndr). 

Ecco, musica a parte, cosa le interessa?
Mi piacerebbe fare qualcosa in montagna, inerente alla natura. È il mio piano B: non si direbbe, ma sono amante delle Dolomiti e sogno di poter andare a vivere in quei posti.

Capitolo live, cosa vedremo?
Me in tutto e per tutto. Mi butto nella voglia di comunicare sia con il mio lato da performer che con quello di musicista. Ci sarà molta genuinità, il veicolo migliore per trasmettere emozioni.