"Cura del ferro", Reggio Emilia: un piano da 65 milioni di euro per potenziare la rete ferroviaria e servizi

Presentato il Piano regionale 2017-19 per le linee reggiane

Reggio Emilia, 19 ottobre 2017

Un piano regionale destinato a cambiare, nell’arco di due anni, la rete ferroviaria e i servizi per il bacino di Reggio Emilia e della provincia reggiana.

Gli interventi, già in corso, sono stati presentati questa mattina a Reggio Emilia dall’assessore ai Trasporti e Mobilità della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini e dai rappresentanti di Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia, FER (Ferrovie Emilia Romagna) e Tper (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna), alla presenza del presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi e del sindaco, Luca Vecchi.

Alla stazione di Reggio Emilia, sulla linea convenzionale Bologna – Milano gestita da RFI, fanno capo infatti anche le linee FER per Ciano d’Enza, Sassuolo e Guastalla, oggetto di importanti interventi di messa in sicurezza e di elettrificazione, nonché di ammodernamento dei treni e di riqualificazione delle stazioni, del valore di oltre 55 milioni di euro.

Nel corso dell’incontro Giuseppe Marta, direttore regionale Rete Ferroviaria Italiana, ha ricordato come Reggio Emilia sia fra le 620 stazioni italiane che RFI sta rendendo più accessibili e funzionali, attraverso importanti lavori di ristrutturazione e di potenziamento del valore di 10 milioni di euro.

Il tutto in linea con il Piano industriale 2017–2026 di FS Italiane in termini di sviluppo della mobilità integrata e attenzione ai passeggeri.

Fra gli interventi già completati, l’innalzamento dei marciapiedi per un più agevole accesso ai treni, l’inserimento di percorsi tattili a terra e la riqualificazione delle pensiline. Nel 2018 sarà la volta del fabbricato viaggiatori, che verrà rinnovato dal punto di vista infrastrutturale e impiantistico. Previsto anche il potenziamento dell’informazione al pubblico e la rete wi-fi.

RFI ha inoltre già apportato modifiche infrastrutturali e tecnologiche per l’ingresso in stazione della linea da/per Ciano d’Enza, funzionali a una maggiore regolarità del servizio. Un intervento analogo interesserà anche l’ingresso in stazione della linea da/per Sassuolo.

Novità anche sul fronte del servizio commerciale grazie al rinnovo dell’intero parco treni di Trenitalia in Emilia Romagna. A ricordarlo è stato Davide Diversi, direttore regionale Trenitalia, che ha precisato come l’arrivo nel 2019 di 86 nuovi treni – 39 Rock e 47 Pop – garantirà un ulteriore salto di qualità del servizio. A partire dal 2019 inoltre - come previsto dalla gara per l’aggiudicazione del servizio ferroviario regionale, bandita dalla Regione e vinta da Trenitalia e Tper – le due società di trasporto daranno vita a una nuova società unica cui faranno capo tutti i treni regionali dell’Emilia Romagna.

 Mai come in questi due anni - ha commentato Raffaele Donini-  sono state investite così tante risorse per le linee ferroviarie reggiane. E la cura del ferro funziona, lo dicono i dati. Crediamo nell'infrastruttura ferroviaria come elemento qualificante di un territorio: questa sarà la nostra direzione di marcia. Vogliamo un trasporto pubblico sempre più competitivo e capace di rispondere alle esigenze dei passeggeri, primi fra tutti i pendolari".