• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Maker Faire Rome 2019: 10 anni di Alta Velocità

Dal 18 al 20 ottobre stand FS Italiane dedicato alla tecnologia AV/AC con esperienza immersiva per i visitatori

Roma, 18 ottobre 2019

Viaggio nei dieci anni dell’alta velocità ferroviaria, alla scoperta dell’infrastruttura e delle tecnologie che hanno cambiato il Paese e che insieme alle Frecce di Trenitalia hanno rivoluzionato lo stile di vita e la mobilità in Italia.

FS Italiane porta il mondo dell’AV/AC a Maker Faire Rome - The European Edition 2019 (venerdì 18-domenica 20 ottobre), settima edizione dell’evento dedicato all’innovazione tecnologica che unisce scienza, fantascienza, tecnologia, divertimento e business.

Per la fiera Trenitalia (Gruppo FS Italiane), in collaborazione con Regione Lazio, incrementerà - sabato 19 e domenica 20 ottobre - con 17 treni straordinari l’offerta commerciale regionale sulla linea Roma - Fiumicino Aeroporto (FL1). I visitatori di Maker Faire potranno così raggiungere la stazione Fiera di Roma in modo semplice e green.

Nello stand FS Italiane, ispirato al dinamismo del Frecciarossa 1000 in movimento, i visitatori possono immergersi a 360 gradi nel mondo dell’alta velocità per scoprire i segreti dell’infrastruttura e delle tecnologie all’avanguardia che caratterizzano l’eccellenza del Sistema AV/AC italiano. Tra queste l’European Rail Traffic Management System (ERTMS), l’evoluto sistema per la supervisione e il controllo del distanziamento in sicurezza dei treni, scelto dall’Unione Europea come standard unico per le reti ferroviarie continentali. Un linguaggio comune per la circolazione dei treni di diversa nazionalità sulle reti Trans European Network - Transport (TEN-T).

Con oltre 1.400 chilometri di binari gestiti da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e 300 milioni di passeggeri trasportati in un decennio (40 milioni solo nel 2018), l’alta velocità italiana ha aumentato la quantità e la qualità dell’offerta ferroviaria, cambiando il modo di viaggiare del Paese.

Altro simbolo del sistema AV/AC sono le stazioni realizzate nel corso di questi 10 anni. Torino Porta Susa, Bologna Centrale AV, Reggio Emilia Mediopadana AV, Roma Tiburtina e Napoli Afragola non sono più pensate per essere un luogo dove iniziare o terminare un viaggio, ma diventano una nuova piazza urbana dove incontrarsi, fare acquisti e riappropriarsi del proprio tempo.

Le nuove stazioni dell’alta velocità, progettate da archistar di fama mondiale selezionate con Concorsi internazionali, sono ideate per essere non solo funzionali per i clienti, ma anche belle da vedere e stimolanti per la riqualificazione del tessuto urbano circostante.

L’alta velocità ha rivoluzionato, inoltre, l’esperienza di viaggio delle persone che scelgono il treno per motivi di studio, lavoro, turismo e svago e trasformato la percezione delle distanze, avvicinando i territori, riqualificando le città e creando una nuova forma di pendolarismo.

L’incremento sia di treni sia di passeggeri nel decennio ha innescato uno shift modale a favore del treno, mezzo di trasporto ecologico per eccellenza. Nel 2018 le persone che hanno scelto l’Alta Velocità hanno contribuito a ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera di 2 milioni di tonnellate con un risparmio energetico di 5.700 MWh, pari a un consumo di 2.100 famiglie.