RFI e Italferr, false le dichiarazioni di Giampiero De Michelis

Riportate in un articolo pubblicato su l'"L’Espresso" domenica 12 marzo

Roma, 13 marzo 2017

Sono totalmente false e destituite di ogni fondamento le dichiarazioni di Giampiero De Michelis, riportate in un articolo pubblicato sul numero 11 de L’Espresso di domenica 12 marzo.

La professionalità, l’esperienza e la competenza di Rete Ferroviaria Italiana, nella gestione delle procedure di appalto e controllo in qualità di committente, e di Italferr nella progettazione e nell’alta sorveglianza dei lavori, sono ampiamente riconosciute e apprezzate dagli operatori e dalle imprese del settore. Proprio per questo le due Società del Gruppo FS Italiane intendono smentire con forza.

Precisiamo che, come previsto dalle norme, Giampiero De Michelis è stato incaricato quale direttore dei lavori direttamente da Cociv (e non da RFI o Italferr), e che nessun dipendente delle Società del Gruppo FS Italiane risulta coinvolto nelle indagini della Procura della Repubblica di Roma e di Genova.

Gallerie
RFI segnala che non c’è alcun allarme per i tunnel del Terzo Valico Milano - Genova. Il consulente tecnico della Procura di Genova, infatti, ha confermato che non ci sono rischi per la stabilità delle opere e che non sono presenti difetti dei componenti o dei materiali impiegati. Ha anzi evidenziato che le caratteristiche di resistenza risultano di gran lunga migliori rispetto a quelle prescritte nei capitolati e nei progetti.

Varianti progettuali 
Sempre in relazione al Terzo Valico, segnaliamo che i rifacimenti determinati da errori o carenze progettuali non costituiscono varianti e che dall’inizio dei lavori a oggi non sono state ordinate varianti con aumento dei costi, ma solo varianti con riduzione degli stessi.

Amianto 
Rete Ferroviaria Italiana ricorda che la corretta realizzazione dell’opera sotto il profilo ambientale viene monitorata dal Ministero dell’Ambiente attraverso l’Osservatorio ambientale, che esamina la realizzazione dell’infrastruttura e le ricadute sul territorio, mentre la Commissione speciale di verifica dell’impatto ambientale effettua le verifiche istituzionali (VIA, Piano Utilizzo Terre).

Sorveglianza lavori
Italferr ha effettuato, in numero maggiore rispetto a quelle previste dalla Legge, tutte le verifiche previste dai capitolati di appalto. L’attività di sorveglianza è svolta attraverso centinaia di ispezioni, verifiche documentali, sopralluoghi, che – nel caso di anomalie riscontrate – hanno portato all’apertura di “non conformità” e alla sospensione dei pagamenti fino alla loro risoluzione.

Le Società del Gruppo FS Italiane valuteranno eventuali azioni nelle Sedi opportune a tutela della propria immagine e professionalità.