Italferr: ingegneri delle ferrovie iraniane in Italia per studiare l'alta velocità ferroviaria

Italferr presente in Iran per attività di consulenza

Roma, 4 agosto 2017

Tour di studi e di incontri con il management di Italferr (Gruppo FS Italiane) per una delegazione di ingegneri delle Ferrovie iraniane (RAI).

L’obiettivo è apprendere conoscenze specialistiche sulle caratteristiche strutturali e tecnologiche del sistema Alta Velocità/Alta Capacità italiano, uno dei migliori al mondo.

Gli ingegneri di Italferr hanno illustrato ai colleghi iraniani le best practices impiegate in Italia nella progettazione e costruzione degli oltre 1.000 km di linee veloci.

Queste occasioni di cooperazione e collaborazione – sottolinea Carlo Carganico, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Italferr – hanno l’obiettivo di rafforzare il già profondo rapporto di fiducia reciproca con imprese che operano nel settore ferroviario della Repubblica islamica dell’Iran”. “Italferr sta definendo progetti strategici per lo sviluppo del sistema infrastrutturale di questa importante economia. I piani di sviluppo del traffico ferroviario iraniano prevedono infatti, nel periodo 2005-2025, un incremento di passeggeri da 25 a 65 milioni all'anno”, ha concluso Carganico.

Il viaggio studi della delegazione iraniana è avvenuto a valle della recente visita a Teheran di Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane. A Teheran il Gruppo FS Italiane ha firmato un accordo trilaterale per training ai tecnici ferroviari di RAI in collaborazione con l’Università delle Scienze e Industria di Teheran.

L’accordo rientra nell’ambito del contratto quadro stipulato fra FS Italiane e RAI nel 2016, per lo sviluppo della rete alta velocità ferroviaria dell’Iran sulle linee Qom - Arak, per cui si sta lavorando per chiudere un contratto da 1,2 miliardi di euro, e Teheran-Hamedan.

FS Italiane, in qualità di General Contractor, provvederà alla progettazione, alla realizzazione, ai test e alla messa in servizio delle linee veloci Qom-Arak e Teheran-Hamedan.

Italferr è attualmente presente in Iran in joint venture con Iran Oston, società locale d’ingegneria. Il contratto prevede servizi di Project Management Consultancy per la gestione e supervisione delle attività svolte dal Contractor cinese CREC. Attività che riguardano progettazione e realizzazione della prima linea ad alta velocità in Iran (Tehran-Qom-Isfahan), il cui tracciato avrà una lunghezza di 415 km con una velocità prevista non inferiore a 250 km/h.