• Home >
  • Gruppo FS Italiane

Help Center: la presentazione del Rapporto ONDS 2017

Lo studio dell’Osservatorio Nazionale sul disagio e la solidarietà nelle stazioni italiane e la sensibilità del Gruppo FS Italiane verso i temi del sociale

Roma, 17 ottobre 2018

Si è svolto oggi, in occasione delle giornata mondiale della lotta alla povertà, presso la sala auditorium di Ferrovie dello Stato Italiane a Roma la presentazione del Rapporto ONDS (Osservatorio Nazionale sul disagio e la solidarietà nelle stazioni italiane) relativo alle attività svolte nel 2017 dagli Help Center, centri di assistenza istituiti all’interno di spazi ferroviari  messi a disposizione in comodato d’uso gratuito da FS Italiane a Comuni e associazioni.

Oltre al presidente del Gruppo FS Italiane Gian Luigi Vittorio Castelli, sono intervenuti anche Alessandro Radicchi, Direttore ONDS, Flaviano Zandonai, Ricercatore Euricse dell’Università di Trento e Luca Pacini, Responsabile Area Welfare e Immigrazione ANCI.

Secondo i dati del Rapporto 2017 nei 18 Help Center attivi all’interno delle stazioni ferroviarie, distribuiti in vari capoluoghi del paese, sono stati 456.288 gli interventi effettuati dagli operatori sociali e volontari presenti, di cui 361.107 di bassa soglia, ovvero per quanto attiene all’igiene personale e ai beni di prima necessità (-12% rispetto al 2016) e 95.181 di orientamento sociale e presa in carico. Gli Help Center hanno totalizzato complessivamente 4.635 giorni di apertura e 25.614 ore di attività, 25.890 sono stati gli utenti registrati, di cui 13.254 nuovi rispetto al 2016, con un incremento complessivo del +14%, a testimonianza di un processo di impoverimento generale che prosegue e che trova conferma anche nei relativi dati ISTAT, con il 6,9% di famiglie in condizione di povertà assoluta (da 6,3% nel 2016) e l’8,4% per gli individui (da 7,9%).

Le attività sociali degli Help Center – ha evidenziato Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato di FS Italiane – è un modello positivo e innovativo che è già stato adottato anche da altre reti ferroviarie europee. Un’esperienza tra le più importanti e significative nel nostro progetto di responsabilità sociale d’impresa in cui tutte le attività del Gruppo FS Italiane hanno al centro la persona che per noi non è mai solo un viaggiatore. Il fatto che giovani studenti e tirocinanti siano impegnati nei vari Help Center è la dimostrazione che credono nella costruzione del bene comune.”

Il Gruppo FS Italiane è a fianco delle persone in difficoltà” – ha dichiarato il Presidente di FS Italiane Gianluigi Vittorio Castelli -. “Sono molte, infatti, le iniziative che dedichiamo al disagio sociale, alla disabilità e alla riqualificazione del territorio. Per questo abbiamo intensificato il nostro impegno nella solidarietà consolidando la rete di rapporti con Istituzioni, Enti locali e Associazioni. Azione che nel Lazio, lo scorso anno, ad esempio ha consentito di registrare una lieve flessione, meno 4% rispetto al 2016, negli interventi di assistenza fatti dall’ Help Center di Roma Termini .

“Essere “operatori sociali di stazione” – ha dichiarato Alessandro Radicchi, Direttore ONDS - significa avere l’abilità di interpretare i cambiamenti (velocissimi!) della povertà, per poi adattare se stessi e la propria capacità di relazione e di intervento a quelle nuove condizioni. Anche gli Help Center della rete ONDS devono sempre reinventarsi per proporre soluzioni nuove, alternative, solide e durature per interrompere quella spirale, che rischia di compromettere ogni giorno di più le possibilità di recupero di persone che hanno già perso tutto. Il lavoro delle nostre organizzazioni in favore di chi, se non per coscienza, per diritto deve essere ascoltato e supportato si consolida ogni anno di più, grazie al contributo del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e al suo impegno nella CSR”.